Venerdì, 19 agosto 2022 - ore 14.06

Giusta la proposta di referendum su art.18

| Scritto da Redazione
Giusta la proposta di referendum su art.18

E’ stata presentata una proposta di referendum per l’abrogazione delle modifiche apportate dagli
ultimi provvedimenti del governo in materia di lavoro alla legge 300 (Statuto dei Lavoratori) per
quanto attiene ai contenuti dell’art. 18 e della legge 138 nella parte in cui consente deroghe al
Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro, in favore di accordi contrattuali di minor livello.
A nostro avviso l’annuncio di giustificare tali misure in nome di una presunta rigidità che
frenerebbe l’accesso al lavoro è strumentale, in quanto è ampiamente dimostrato quanto l’attuale
collasso occupazionale sia frutto di una crisi economica generata da un sistema che ha privilegiato e
privilegia la speculazione finanziaria, non certo dalle garanzie di tutela dei lavoratori. Tant’è vero
che le norme in questione hanno permesso quei momenti di grande sviluppo anche occupazionale
che il nostro Paese ha vissuto.
E’ singolare per uno Stato di diritto, che nell’incapacità di eliminare le lungaggini dei processi del
lavoro, compito specifico dei governi per attrarre investimenti, si tenti di eliminare i ricorsi,
sottraendo diritti e dignità ai lavoratori.
Siamo altresì convinti che le eventuali riforme necessarie per una maggiore flessibilità del mondo
del lavoro, a garanzia più del lavoratore che del posto di lavoro (come dice qualcuno), debbano
essere fatte quando il lavoro c’è e non quando manca, per non alimentare il sospetto che questa
operazione nasconda altri obiettivi molto meno nobili.
Pertanto la nostra Sezione, in piena autonomia, aderisce all’iniziativa referendaria, in adempimento
al documento approvato nel congresso nazionale ANPI del 2011 relativamente all’impegno di
respingere ogni tentativo di sovvertire principi e regole a garanzia della libertà e dei diritti dei
cittadini.
Praga, 2 Ottobre 2012
IL PRESIDENTE ANPI Repubblica Ceca
Elio Rampino

1208 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

La Commissione europea ha aperto oggi, 9 luglio, un invito a presentare proposte, con uno stanziamento di 35 milioni di euro, a favore dello sviluppo dell’analisi delle immagini medicali per la diagnosi del cancro, basata sull’intelligenza artificiale, e di altri strumenti e tecniche di analisi per la prevenzione, la previsione e la cura delle forme più comuni di cancro.