Mercoledì, 19 giugno 2019 - ore 17.31

Il 28 marzo Cremona fra le capitali del food ‘made in Italy’

Il 28 marzo Cremona fra le capitali del food ‘made in Italy’

| Scritto da Redazione
Il 28 marzo Cremona fra le capitali del food  ‘made in Italy’

Il 28 marzo Cremona fra le capitali del food  ‘made in Italy’

Un seminario per analizzare competenze, performance e attori di una delle filiere più forti nell’export

A CremonaFiere si tracciano profilo e prospettive economiche di un territorio che ha fatto dell’agroalimentare il proprio punto di eccellenza. In provincia l’export alimentare è cresciuto del 66% in 7 anni grazie a una filiera completa da 7.931 addetti nelle imprese agricole e 4.955 nella trasformazione

 Il trend dell’esportazione alimentare prodotto in provincia di Cremona è cresciuto del 66% nel giro di sette anni, posizionando il territorio cremonese all’undicesimo posto nella classifica delle province dell’export (con valore export di 554.371.324 euro) e al quinto nella classifica delle province per propensione all’export alimentare (in questo caso il valore aggiunto fa salire la cifra a 9.435.962.355,8 euro). Da questi dati, presentati nel rapporto realizzato dal CERSI - Centro di Ricerca per lo Sviluppo Imprenditoriale dell'Università Cattolica del Sacro Cuore, prenderà il via il seminario Performance, competenze e attori di un territorio d’eccellenza sull’agroalimentare, organizzato dal Comune di Cremona e previsto giovedì 28 marzo alle ore 15.00 a CremonaFiere, il quartiere fieristico punto di riferimento italiano per il settore agroalimentare e agrozootecnico e fra i più riconosciuti a livello internazionale.

I NUMERI DEL CASO-CREMONA. La forte propensione all'esportazione alimentare è direttamente collegata alla vocazione agricola del territorio cremonese, dove sono attive ben 3.946 aziende agricole, pari cioè all'8,5% delle 46.243 presenti in Lombardia. Sono 7.931 gli addetti impegnati su una superficie agricola di 135.651 ettari, e particolarmente significativa è la presenza di allevamenti bovini: 1.216, con un valore di poco inferiore al 10% rispetto al totale regionale. Dalla sola provincia di Cremona vengono prodotte 1.264.667 tonnellate di latte in un anno. La filiera continua a mostrare numeri importanti anche quando si passa alla fase della trasformazione dei prodotti, in particolare parliamo di 328 aziende alimentari (il 5,6% delle 5.892 lombarde) con 4.955 addetti e alle quali va il merito di costituire oltre l'11% del valore dell'export regionale. Cremona a livello nazionale è la terza per valore dell'export lattiero-caseario sul valore aggiunto, con 9.435.962.355 euro. Nel rapporto emergono dati significativi anche per quanto riguarda i comparti delle carni, dei prodotti da forno e dolciari.

IL SEMINARIO. Al seminario del 28 marzo è prevista anche una tavola rotonda con alcune delle principali aziende del settore agroalimentare: con l’occasione verrà presentato il rapporto sulle performance del sistema agroalimentare cremonese elaborato dal Cersi, che ha visto impegnati i rappresentanti delle Università e dei centri di ricerca interessati del territorio. Alla realizzazione dell’evento collaborano Camera di Commercio di Cremona, A2A Smart-City, CRIT Polo per l’innovazione digitale, Politecnico di Milano, Osservatori.Net Digital Innovation.

IL RUOLO DI CREMONAFIERE. L’appuntamento a CremonaFiere, organizzato dal Comune di Cremona, nasce dai lavori del Tavolo delle competenze territoriali di cui CremonaFiere fa parte. CremonaFiere è stata individuata come importante attore a sostegno dell’industria: con le Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona (dal 23 al 16 ottobre), da oltre 70 anni CremonaFiere rappresenta il punto di riferimento per l’agrozootecnia a livello internazionale. Con le altre due fiere dedicate all’alimentare di qualità - il BonTà (a Cremona dal 9 al 12 novembre) e Be Italian (tenutosi poche settimane fa a New York) - abbraccia l’arco completo della filiera agroalimentare, offrendo al mercato una serie di competenze, contatti e occasioni di business unica nel panorama fieristico italiano. Anche per questo le attività a supporto delle imprese, a CremonaFiere, durano tutto l’anno e trovano negli eventi fieristici il momento clou di un ventaglio ben più ampio di azioni. Il “sistema Cremona” è quindi rappresentato da un lato da un calendario di eventi specialistici per gli operatori del settore e dedicati all’aggiornamento e all’alta formazione (a CremonaFiere se ne tengono non meno di 30 all’anno); dall’altro, a completare il quadro, una serie di appuntamenti dedicati al consumatore e incentrati sulla cultura e sull’educazione alimentare, fra cui Cheese&Friends - Formaggi e Sorrisi (dal 12 al 14 aprile) e la Giornata Mondiale del Latte.

PROGRAMMA

Giovedì 28 marzo 2019 – ore 15:00 - CremonaFiere – Piazza Zelioli Lanzini 1|sala Guarneri del Gesù (Padiglione 1, primo piano)

Modera: Marco Bencivenga, Direttore La Provincia di Cremona

14.45 Welcome coffee e registrazione partecipanti

15.15 Saluti e apertura lavori

Roberto Zanchi, Presidente CremonaFiere

Maura Ruggeri, Vicesindaco di Cremona

15.30 - Radici locali e competitività internazionale: le determinanti del successo del sistema agro-alimentare cremonese - Fabio Antoldi, Direttore del CERSI - Università Cattolica del Sacro Cuore

16.00 - Identità e consapevolezza di un territorio competitivo - Gianluca Galimberti, Sindaco di Cremona

16.30 - L'impegno regionale per il comparto agroalimentare: obiettivi, prospettive, indirizzi - Anna Bonomo, Direttore Generale Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi Regione Lombardia

 17.00 TAVOLA ROTONDA: ruoli, suggerimenti e aspettative dei protagonisti

 Stefano Allegri, Vice Presidente Ass. Industriali Cremona e Amm. Unico Panificio Cremona Italia

Maurizio Ferraroni, Amministratore Delegato Ferraroni Mangimi

Enrico Manfredini, Responsabile Marketing prodotti stagionali Sperlari

Luciano Negri, Direttore Generale Fattorie Cremona Plac

Renzo Nolli, Presidente Libera Associazione Agricoltori Cremonesi

Paolo Voltini, Presidente Federazione Provinciale Coldiretti Cremona

Alessia Zucchi, Presidente Sezione Alimentari Ass. Industriali Cremona e CEO Oleificio Zucchi

18.00 Conclusioni

Alla fine dell'incontro verrà distribuito il volume “Territorio d'eccellenza – Performance, competenze e attori del distretto agroalimentare cremonese” elaborato dal CERSI.

383 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online