Domenica, 26 giugno 2022 - ore 16.13

Incursioni nel contemporaneo: il nuovo progetto della Fondazione Brescia Musei dedicato ai teenagers

Sette incontri pomeridiani per conoscere e sperimentare le tecniche artistiche nelle splendide sale della Pinacoteca Tosio Martinengo

| Scritto da Redazione
Incursioni nel contemporaneo: il nuovo progetto della Fondazione Brescia Musei dedicato ai teenagers Incursioni nel contemporaneo: il nuovo progetto della Fondazione Brescia Musei dedicato ai teenagers Incursioni nel contemporaneo: il nuovo progetto della Fondazione Brescia Musei dedicato ai teenagers

 

Martedì 1 marzo inizia un nuovo e sfidante progetto della Fondazione Brescia Musei che si rivolge a tutti gli adolescenti dai 12 anni di età: Incursioni nel contemporaneo, il primo corso in museo, a Brescia, che si rivolge esclusivamente ai teenagers.

Dopo lo straordinario successo riscosso dal Winter Camp di fine dicembre, Danzare con l’arte, pure dedicato al target spesso definito come “non pubblico” dei musei, i Servizi Educativi propongono un corso pomeridiano per conoscere e sperimentare le tecniche artistiche nelle splendide sale della Pinacoteca Tosio Martinengo.

Il ciclo ideato dai Servizi Educativi della Fondazione, prevederà 7 incontri, due al mese, da marzo a giugno, il martedì pomeriggio, della durata di un’ora e mezza circa l’uno e non richiede alcuna abilità pregressa né particolari capacità grafiche, ma solo tanta curiosità.

Un museo che guarda al futuro non può non interrogarsi su come parlare e trasmettere, a coloro che sono il nostro futuro, la bellezza delle nostre collezioni e il valore dell’istituzione museale che le custodisce”, afferma il direttore della Fondazione Brescia Musei Stefano Karadjov. “Il museo, e in questo caso la Pinacoteca Tosio Martinengo, futura casa delle arti della città, diviene così motore di percorsi significativi che hanno un valore nella costruzione di relazioni, che aiutano a capire come il patrimonio sia connesso con la propria storia personale”.

Dalla rivoluzione della street art agli antichi affreschi che decoravano signorili dimore, per capire come e perché l’uomo ha da sempre desiderato arricchire di immagini gli spazi del proprio abitare, al confronto tra tecniche raffinatissime come la foglia d’oro che illumina i meravigliosi dipinti tardogotici e del primo Rinascimento e lo straordinario mondo della calligrafia shodo giapponese.

Dalla sperimentazione per la creazione dei colori, all’analisi dell’energia della materia, alla riproduzione, con tanto di cavalletto e carboncini per una conoscenza ravvicinata e intima dell’arte.

E ancora il mondo delle stampe e delle varie tecniche di incisione e la ricca collezione di vetri della Pinacoteca per avvicinarsi all’arte contemporanea di uno street artist come Mark Jenkins.

Chiuderà il ciclo di incontri un percorso che prende l’avvio dalle stoffe preziose rappresentate nei dipinti della Pinacoteca, per sperimentare il potere evocativo di questa antichissima arte, perché tendere un filo non produce solo splendidi tessuti, ma crea racconti e legami.

Proprio come Incursioni nel contemporaneo: un’occasione per vivere il museo, luogo inclusivo e accogliente, in cui appassionarsi all’arte, e sviluppare nuove amicizie e relazioni.

 

 

IL CALENDARIO

Martedì 1 marzo

STREET WALL DECORATION

Dalla rivoluzione della street art agli antichi affreschi che decoravano signorili dimore. Un viaggio affascinante con tante sperimentazioni per capire come e perché l’uomo ha da sempre desiderato arricchire di immagini gli spazi del proprio abitare. Un percorso del tutto originale da Banksy a Moretto!

 

Martedì 29 marzo

PAROLE D’ORO

Due tecniche raffinatissime a confronto: la foglia d’oro che illumina i meravigliosi dipinti tardogotici e del primo Rinascimento e lo straordinario mondo della calligrafia shodo giapponese.

Cosa nascerà dalla loro inedita fusione?

 

Martedì 5 aprile

COME NASCE UN COLORE

Un viaggio colorato dall’acrilico alla tempera all’uovo. Stemperando diversi ingredienti che mai ci aspetteremmo di trovare nella bottega di un pittore, produciamo i nostri colori!

 

Martedì 26 aprile

AUTENTICHE COPIE

Divertiamoci a interpretare gli artisti e gli amatori del passato, che avevano l’abitudine di recarsi nei musei per disegnare e copiare statue e dipinti. Cavalletto, fogli, matite e carboncini sono a disposizione per sperimentare una pratica che permette una conoscenza ravvicinata e intima dell’arte.

 

Martedì 10 maggio

(MONO)TIPI MOLTO SINGOLARI

Per farsi conoscere anche i grandi pittori come Raffaello si avvalevano di uno strumento di diffusione delle immagini: la stampa. In un tempo nel quale la fotografia non esisteva questo era l’unico modo per promuovere le proprie invenzioni. Scopriamo una delle innumerevoli tecniche di incisione per conoscerne il fascino e lo straordinario potenziale creativo, perché una stampa non è semplicemente copia!

 

Martedì 31 maggio

VUOTA TRASPARENZA

Il vetro con la sua delicatezza e trasparenza è un materiale prezioso e affascinante. La pinacoteca conserva una ricchissima collezione di vetri antichi di Murano. Partiamo da qui per arrivare a sperimentazioni contemporanee alla maniera di uno street artist davvero bizzarro: Mark Jenkins.

 

Martedì 7 giugno

TENDERE UN FILO

Un percorso che prende l’avvio dalle stoffe preziose rappresentate nei dipinti della Pinacoteca, per arrivare all’arte della tessitura ispirata a due maestri contemporanei: Alighiero Boetti e Maria Lai. Un percorso per sperimentare il potere evocativo di questa antichissima arte, perché tendere un filo non produce solo splendidi tessuti, ma crea racconti e legami.





INFORMAZIONI

 

Quando: martedì ore 16.30

Ritrovo: presso la biglietteria della Pinacoteca Tosio Martinengo

Costo: 80 € per l’intero ciclo

Durata: ore 1.30

Prenotazioni: CUP Centro Unico Prenotazioni

030.2977833-834 santagiulia@bresciamusei.com

 

 

È garantito il rispetto di tutte le norme anti Covid-19 (distanziamento, igiene e sanificazione).

L’accesso alla Pinacoteca Tosio Martinengo è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di Super Green Pass, cioè un green pass di vaccinazione o di guarigione. Si ricorda che è necessario anche mostrare un documento di identità in corso di validità. Sono esenti da verifica i minori di 12 anni e i soggetti esenti sulla base di idonea certificazione (art. 3 comma 3 D.L. 105 del 23 luglio 2021)

In caso di dichiarazioni non veritiere la Fondazione non effettuerà alcun rimborso del titolo di ingresso.





 

266 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria