Sabato, 24 agosto 2019 - ore 20.47

Italia Landini (Cgil) , governo non riconosce le parti sociali

"Il governo ha scelto a oggi di non avere un'interlocuzione con i sindacati, di fatto sta scegliendo di non riconoscere le parti sociali e i sindacati che le rappresentano, e fa un errore molto grave, perché da solo non lo cambia questo Paese".

| Scritto da Redazione
Italia  Landini (Cgil) , governo non riconosce le parti sociali

Italia  Landini (Cgil) , governo non riconosce le parti sociali

"Il governo ha scelto a oggi di non avere un'interlocuzione con i sindacati, di fatto sta scegliendo di non riconoscere le parti sociali e i sindacati che le rappresentano, e fa un errore molto grave, perché da solo non lo cambia questo Paese".

A dirlo è il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, parlando nella serata di mercoledì 27 febbraio alla trasmissione tv "Otto e mezzo" su La7: "Anche altri a un certo punto hanno pensato di poter fare senza il sindacato, ma faccio notare che oltre a non aver cambiato il Paese, hanno avuto anche grandi problemi di consenso". Landini ha anche parlato del reddito di cittadinanza: "Mai stati in disaccordo a combattere la povertà, ma siamo in un paese dove si è poveri anche lavorando. I salari sono molto bassi e le condizioni pesantissime. Noi siamo convinti che fosse meglio il Rei (Reddito di inclusione), perché non si tratta solo di dare lavoro, ma c'è anche un ruolo dei servizi sociali. Non sono i centri dell'impegno che danno lavoro, si crea lavoro facendo gli investimenti, ma questo governo li ha bloccati. Ci sono 36 grandi opere bloccate, anche se si parla solo di Tav".

230 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online