Giovedì, 24 settembre 2020 - ore 05.52

La dea del Love vuole te: intervista al cantante salodiano David M

Grazie al nuovo singolo Mantra e alla sua challenge collegata, ci ha permesso un'intervista esclusiva al cantante di Salò, David M. "La dea del love vuole te!"

| Scritto da Redazione
La dea del Love vuole te: intervista al cantante salodiano David M


Brescia, 24 agosto 2020 - Dal 26 giugno e con quasi 3000 visualizzazioni è online il video di Mantra, il nuovo singolo del cantante e performer salodiano David M, che dopo alcune settimane ha lanciato una challenge coreografica per tutto il suo pubblico. 

 

Questa è stato lo spunto per richiedergli una breve intervista sui suoi progetti attuali e futuri per le nostre lettrici e i nostri lettori di Welfare Network. 

Eccola qui di seguito:

 

Ciao Davide, abbiamo notato che, dopo l'uscita del potente singolo “Run Away” durante il lock down, il 26 giugno hai pubblicato Mantra, una nuova canzone a favore della comunità LGBTQ. Cosa ti ha portato a scrivere questo pezzo?



David M: Ciao a tutte le lettrici e a tutti i lettori di Welfare Cremona Network.



A dire il vero è nato tutto molto spontaneamente, durante il lockdown ho avuto modo di fare della ricerca artistica e vedere un po' in altre parti del Mondo cosa succedeva a livello musicale. Avendo delle origini cosmopolite tra cui una parte israeliana, ho guardato un po' la produzione ebraica passata e mi è capitato il brano di Dana International “Diva”.

Il brano è del 1998, ma ho osservato come il Pride di Tel Aviv e non solo avesse adottato la canzone come sigla pride per quell’anno. Per gli anni successivi la comunità LGBTQ+ israeliana ha adottato canzoni sempre nuove e dedicate all’evento Pride in modo da creare un senso di unione comune e avere una sorta di “Inno” per la manifestazione.

Approfondendo ulteriormente, ho potuto notare come non fosse solo Israele ad aver adottato una sigla pride annuale, ma anche altri paesi come gli Stati Uniti e il Canada. Mi sono chiesto se ci fosse in Italia una cosa simile, trovando con grande sorpresa la totale assenza di questa tradizione e così ho pensato: “perché non scrivere la prima sigla pride italiana?” ed ecco nascere “Mantra".

 

 

Raccontaci il significato del titolo del nuovo singolo e come sta andando in generale dopo l'uscita del video.



D: Nell'induismo si può definire in modo semplice la parola "Mantra" come una formula che viene ripetuta molte volte come pratica meditativa. Nel ritornello dico “La vita è un Mantra, e la voglio con te…” in poche parole la vita è un ripetersi di azioni quotidiane e compierle con la persona amata è una dichiarazione di amore semplice quanto potente.e viene ripetuta molte volte come pratica meditativa. Nel ritornello dico “La vita è un Mantra, e la voglio con te…” in poche parole la vita è un ripetersi di azioni quotidiane e compierle con la persona amata è una dichiarazione di amore semplice quanto potente.

 
Dopo l’uscita del video devo dire che ho avuto un buon feedback da parte del pubblico con quasi 3000 visualizzazioni. Il brano è arrivato anche in Brasile, dove una testata web ha scritto un articolo a riguardo: una sorpresa inaspettata da oltre oceano.

 



Da quello che sappiamo il video è stato girato al Sonida Club di Brescia con due drag queens René Coppedé e Jessica Lebovicky e pure tu sei diventato una drag. Da cosa è stata dettata questa scelta artistica?



D: La scelta di diventare Aphrodita è stata dettata dalla decisione di dar vita ad un’altra parte del ritornello dove canto “La dea del love vuole te e tu la vuoi con me!”. Afrodite divinità greca della bellezza e dell’amore viene rivisitata in chiave pop per abbattere ogni pregiudizio anche nei confronti di questa arte e cultura del Drag, spesso troppo bistrattata sia dalla società sia dalla comunità LGBTQ+.

 
Ho voluto così dare loro il valore di dee dell'amore a tre Drag Queens: una provocazione voluta e convinta per sensibilizzare tutte e tutti su questa tematica.



Abbiamo letto sulla tua pagina Facebook e il tuo profilo Instagram che è partita da qualche giorno la Mantra Challenge.

Spiegaci cosa devono fare i tuoi fans a riguardo...



D: Sì, infatti è partita la #MantraChallenge sul mio profilo instagram davidm.italia, sulla pagina Facebook David M e su tiktok (davidmlovepop).

 
Si tratta semplicemente di riprodurre la coreografia tratta dal videoclip del brano (quando canto Mantra e la sigla LGBTQ+), taggare la mia pagina facebook o il mio account Instagram/tik tok e mettere l’hashtag “mantrachallenge” e infine nominare 3 delle vostre amiche o dei vostri amici.



Ho voluto permettere così a tutte e tutti di divertirsi sui propri social con le note della canzone, grazie alla coreografia ideata da Gianmarco Rossato.





Ora parliamo di progetti futuri, cosa sta frullando nella

testa riccioluta di David M?



D: In realtà, tantissime cose!

 
Dopo due anni dall’uscita del mio primo album “David M” sono maturato tantissimo, sia artisticamente, sia a livello di scrittura, sia sul piano compositivo e anche di consapevolezza di come e cosa voglio dare come artista alle persone.



Il lock down mi ha portato a concentrarmi giornate e notti intere sui nuovi progetti tra cui la produzione del nuovo album. In questo nuovo viaggio sono fortunatamente accompagnato da persone fantastiche, amici prima che produttori e collaboratori da ringraziare pubblicamente.





Raf Briganti e MykeBeat stanno collaborando con me da qualche mese alla produzione del nuovo album e che hanno dato quel tocco di "Rainbow beat" a Mantra;



Francesco Mosconi da un anno e più, che mi sta aiutando a questa crescita artistica insieme a Sara Nolli, un'amica, che dal primo album è stata un elemento importante per spronarmi a fare una ricerca più profonda dentro di me e dar vita a pensieri, parole e concetti che non immaginavo avere così profondi.



 
Ultimi, ma non per importanza, le mie e i miei fan... di ogni età e luogo… sono felice di vedere come la famiglia stia crescendo pian piano ogni giorno, sono felice di sentirmi voluto bene da loro, sono contento di sapere che sono in attesa delle novità e sono commosso nel vedere come credono con me in questo sogno chiamato Musica.





Puoi dirci qualcosa di più...in esclusiva per le nostre lettrici e i nostri lettori?

 

D: Per il mio nuovo album che verrà, dovrete volgere lo sguardo verso il Medio Oriente, tra il muro del pianto e la spianata delle moschee…

 

 

 

Grazie a David M per averci concesso questa intervista. Vi invitiamo a vedere il nuovo video, da cui prendere ispirazione per la Mantra Challenge, guardate il link qui sotto.

https://www.youtube.com/watch?v=aC3tojvZw-Y

 

Infine, vi ricordiamo che "la dea del Love vuole te... e ne vorrete sempre più". 

 

 

Redazione Welfare Network - info@welfarenetwork.it

 

 

3829 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria