Lunedì, 14 ottobre 2019 - ore 04.01

Lettera aperta di Lucia lazzari (Cr) ad Emma Bonino: ‘Da Europeista voti la fiducia al nuovo Governo Conte’

Sono una convinta europeista e ho sempre apprezzato la passione con cui ha difeso l’Europa denunciandone i limiti ma sottolineando le opportunità che ci offre . OGGI HO SAPUTO DAI GIORNALI CHE VOTERA’ CONTRO LA FIDUCIA AL NUOVO GOVERNO

| Scritto da Redazione
Lettera aperta di Lucia lazzari (Cr) ad Emma Bonino: ‘Da Europeista voti la fiducia al nuovo Governo Conte’

Lettera aperta di Lucia lazzari (Cr) ad Emma Bonino: ‘Da Europeista voti la fiducia al nuovo Governo Conte’

Sono una convinta europeista e ho sempre apprezzato la passione con cui ha difeso l’Europa  denunciandone i limiti ma sottolineando le opportunità che ci offre . OGGI HO SAPUTO DAI GIORNALI CHE VOTERA’ CONTRO  LA FIDUCIA  AL NUOVO GOVERNO

Il nuovo governo, pur con i limiti che conosciamo, ha trasmesso un messaggio importantissimo : AVRA’ UN IMPRONTA FORTEMENTE EUROPEISTA.

Io e come me tanti cittadini abbiamo gioito a   sentir citare cosi’ tante volte l’ E uropa come prospettiva anche perché eravamo nauseati dalle urla sovraniste del precedente governo e in particolare  del ministro Salvini che con i suoi discorsi demagogici ha raggiunto un consenso notevole.Quando ho appreso che lei voterà contro sono rimasta veramente molto stupita e sconcertata. NON CAPISCO!!!!

Spesso l ho sentita denunciare la miopia politica dei cosidetti sovranisti e il clima di odio che in particolare Salvini ha creato nel paese ma perché  ora   che si forma un governo che vuole contrastare questa cultura LEI VOTA CONTRO.

Tutti abbiamo dei timori e delle riserve su come è nato questo governo , sulla convivenza di due forze politiche che fino a ieri si sono scontrate aspramente, ma preferisco avere dei timori piuttosto di vivere nell’incubo che le eventuali elezioni avrebbero portato sicuramente alla vittoria questa destra cosi’ pericolosa da tanti punti di vista.

 Dopo tanti anni di politica le attribuivo la capacita’ di saper scegliere almeno il male minore .

Invece di dare il suo contributo a un ampio progetto europeista , preferisce farsi da parte e addirittura votare contro.PER ME E PER TANTI ELETTORI  CHE CREDONO IN UN EUROPA PIU’ SOLIDALE,PIU’ EQUA E PIU’ ATTENTA AI BISOGNI DEI CITTADINI LA SUA SCELTA E’ DAVVERO INCOMPRENSIBILE E SCONCERTANTE

Invece di unirsi ad altre forze politiche per creare un’ Europa diversa ( + Europa ) difende i suoi principi vedendo nelle proposte del governo nascente solo i limiti e non le grandi opportunità.

Veramente le attribuivo una sensibilità politica diversa.

Quante volte nella storia e in situazione più drammatiche per il bene del paese le forze politiche hanno dovuto, con grande senso di responsabilità, trovare dei punti di contatto e non far valere le proprie divergenze

Secondo me lei non ha ben chiaro a che punto di imbarbarimento è arrivato il nostro paese per permettersi il lusso di votare contro a un governo che nasce, pur con tante contraddizioni, per arginare una deriva pericolosissima per la vita democratica del paese

Invece di dare speranza a un paese cosi  in difficolta lei trasmette dubbi…distinguo…critiche che però rimangono sterili.

Ovviamente non ho  la pretesa di modificare il suo voto ma ho sentito la necessità di comunicarle la mia delusione … e anche la mia grande tristezza.Ho avuto grande stima per il coraggio che ha sempre dimostrato…che invece questa volta non dimostra

.La vivo come una persona che sta alla finestra ,giudica , critica ma non dà fiducia all’unico governo che in questo momento potrebbe dare una svolta europeista , che potrebbe  far tesoro anche delle sue critiche costruttive e della sua grande competenza che sia io che tanti elettori le riconoscono.

Forse grazie anche al suo voto ci ritroveremo Salvini al governo….e  di Europa ne sentiremo parlare solo in termini negativi….altro che + Europa .E’ la cruda tristissima realtà!!!!!

Lazzari Lucia (Cremona)

551 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

IL PAPA E L’INCARNAZIONE….. di Arnaldo De Porti

IL PAPA E L’INCARNAZIONE….. di Arnaldo De Porti

Ho letto qualche giorno fa un pensiero di Eugenio Scalfari, fondatore del quotidiano “La Repubblica”, il quale ha detto le seguenti testuali parole, per me un po’ contraddittorie: "Chi ha avuto, come a me è capitato più volte, la fortuna d’incontrarlo sa che papa Francesco concepisce il Cristo come Gesù di Nazareth, uomo, non Dio incarnato. Una volta incarnato, Gesù cessa di essere un Dio e diventa fino alla sua morte sulla croce un uomo”.