Venerdì, 19 agosto 2022 - ore 12.33

Matteo Cazzulani, dalla Polonia, commenta la situazione in Ucraina (video)

Cazzulani è un giornalista , di origine cremonese, che da qualche anno vive in Polonia ed è un esperto conoscitore delle problematiche degli ex paesi dell’est.

| Scritto da Redazione
Matteo Cazzulani, dalla Polonia, commenta la situazione in Ucraina (video) Matteo Cazzulani, dalla Polonia, commenta la situazione in Ucraina (video) Matteo Cazzulani, dalla Polonia, commenta la situazione in Ucraina (video) Matteo Cazzulani, dalla Polonia, commenta la situazione in Ucraina (video)


Matteo Cazzulani, dalla Polonia, ci commenta la situazione in Ucraina (video)

Cazzulani è un giornalista , di origine cremonese, che da qualche anno vive in Polonia  ed è un esperto conoscitore delle problematiche degli ex paesi dell’est.

 ------

"Commento in esclusiva (indirizzato ad una lista ristretta con permesso di pubblicazione) sulla situazione in Ucraina di Matteo Cazzulani, giornalista sportivo con un trascorso sui fatti ucraini, unico corrispondente italiano a seguire, per intero ed in loco, il processo a Yulia Tymoshenko".

Il nostro sito ringrazia Matteo per il commento in sclusiva.

Red/welcr/gcst

Video Matteo Cazzulani Polonia 27 febbraio 2022

Tutti gli altri video di welfarecremona li trovi qui  https://www.welfarenetwork.it/video/ 

-------------------------

SPIEGAZIONE AL VIDEO SU ANALISI UCRAINA

A seguito del mio video, in molti mi chiedono il perché abbia deciso di non parlare più di Ucraina. Dal 2012 al 2016, per avere sostenuto l'integrità territoriale ucraina, ed avere messo in guardia dalla politica imperialista di Putin nei miei articoli, sono stato oggetto di:

- Attacchi e minacce da parte di troll filorussi di affiliazione leghista.

- Campagna di discredito interna al PD, il partito in cui militavo, partita da esponenti di spicco oggi sostenitori della questione ucraina, ma prima collaboratori di centri studi di politica internazionale cassa di risonanza della propaganda russa in Italia.

- Diffamazione da parte di alcuni accademici slavisti ucrainisti, con il resto della categoria silenziosamente connivente.

- "Compagni" che mi hanno dato pubblicamente del nazista.

Da umanista e poliglotta non avrei comunque trovato lavoro in Italia. Tuttavia, è innegabile che, quanto sopra, mi ha emarginato dalla vita giornalistica e politica italiana.

Non provo odio per chi mi ha fatto del male, bensì tanta compassione per chi, come Putin, non solo perderà la guerra, ma avrà la coscienza sporca per essere stato dalla parte sbagliata della storia.

Tanto vi dovevo. Grazie ancora del vostro supporto e della vostra attenzione.

Matteo Cazzulani

Polonia 1 marzo 2022

 

 

1835 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online