Martedì, 22 settembre 2020 - ore 02.59

NO ad un Governo M5S-PD e LEU di Arnaldo De Porti (Feltre)

SE SALVINI DESTA PREOCCUPAZIONE, UNA POTENZIALE ARMATA BRANCALEONE FRA Pd, M5S, Leu ED ALTRI… SOCCORRITTORI, MI DISTURBA DENTRO ANCOR DI PIU’

| Scritto da Redazione
NO ad un Governo M5S-PD e LEU di  Arnaldo De Porti (Feltre)

NO ad un Governo M5S-PD e LEU di  Arnaldo De Porti (Feltre)

SE SALVINI DESTA PREOCCUPAZIONE, UNA POTENZIALE ARMATA BRANCALEONE FRA Pd, M5S, Leu  ED ALTRI… SOCCORRITTORI, MI DISTURBA DENTRO ANCOR DI PIU’

Ciò che sta succedendo sotto il cielo della politica non sembra avere precedenti e c’è pertanto  da chiedersi, fra l’altro, se sia più razionale dare una giustificazione di natura politica a tutto ciò, oppure se non sia il caso di pensare ad una completa débacle del costume socio-poltico, con tutto il rispetto per tutti coloro che, onestamente, anche in politica, cercano di raddrizzare una barca in balia di se stessa, guardata a vista da lontano da un Presidente della Repubblica che più di tanto non può fare.

A scuola ci hanno insegnato che  cambiando l’ordine degli addendi  la somma non cambia, postulato che, in questo momento di crisi politica, si attaglia perfettamente ad un discorso algebrico con riferimento agli spostamenti potenziali delle forze politiche, realtà penosa che mi richiama il gioco della dama o degli scacchi.

Infatti, a questo punto, il semplice pensare che un Pd potrebbe allearsi con un M5S o che un Berlusconi potrebbe rientrare in campo con chi ci sta, mentre un Salvini, per salvare il salvabile, sembra addivenire a più miti consigli  (Conte mi ha chiesto di far sbarcare i migrandi docet !), tutto ciò mi suona tanto da …riapertura delle case chiuse, come ho scritto ieri su questo giornale.

Detto questo, va da se che dovrò in qualche modo accettare un governo che sarà quanto meno in linea con le indicazioni che fornirà il Presidente della Repubblica, ma se detto governo sarà il frutto di una messa insieme di “cani e porci”  (con l’assoluto rispetto per i politici per bene che pur ci sono e tanti !) le tossine mineranno non soltanto la mia condizione psico-fisica, ma anche quella dell’intero popolo italiano che, malgrado molto e molto sprovveduto politicamente, non ha ancora capito che, stando a casa o al mare evitando di votare, come sta facendo l’ottuso popolo degli assenteisti, manifesta alla stessa stregua di quel tale che, per fare un dispiacere alla moglie, si taglia gli attributi.

Stiamo a vedere ciò che succederà a giorni. Non sono catastrofista come coloro che scaldano i banchi dell’emiciclo, tuttavia vorrei rammentare, stando seduto dall’osservatorio della mia età ultraottantenne, che è giunto il momento di diventare seri ed onesti, anche allo scopo di ripristinare quel po’ di serenità che, da oltre un ventennio, e mi scuso per lo sfogo,  sembra essere  più appannaggio degli animali che del popolo italiano.

Arnaldo De Porti

L'autore dell'articolo mi contesta il titolo. Ecco che cosa mi scrive

Caro Direttore, il titolo Tuo si presta ad una negazione assoluta. Infatti,  otturandomi il naso, nel penultimo capoverso dico che, democraticamente, accetterò le indicazioni di Mattarella, ingoiando comunque tossine a iosa, come sarà costretto a fare il popolo italiano.  Pd e M5S, purtroppo, hanno ormai ingredienti da vituperare e, ciò malgrado,  sarà necessario fare di necessità virtù... Un cordialissimo saluto.  ARNALDO

16 agosto 2019

423 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online