Lunedì, 14 ottobre 2019 - ore 09.45

Per una mamma è difficile riprendere il lavoro e lasciare suo figlio? Di Giorgino Carnevali

Caro direttore, arriva, prima o poi, per molte mamme il momento di rientrare al lavoro e di lasciare il proprio bambino nelle mani di altre figure di fiducia, tate o nonni.

| Scritto da Redazione
Per una mamma è difficile riprendere il lavoro e lasciare suo figlio? Di Giorgino Carnevali

Un dramma, un’angoscia, un senso di colpa per moltissime mamme? Per molte donne questo distacco è vissuto male. Ecco cosa dice una mamma: «Mio figlio ha solo un anno, fra poco dovrò ricominciare a lavorare e sono preoccupata. È ancora così piccolo, così bisognoso della mia presenza. Temo che soffrirà il distacco, che sentirà la mia improvvisa mancanza. Penso che sarò diversa, più ansiosa, dovrò fare i conti con il poco tempo a disposizione e con i sacrifici che il doppio ruolo di mamma e lavoratrice mi imporrà. A causa della stanchezza, avrò probabilmente anche meno voglia di giocare con lui. Temo che tutto questo si ripercuoterà sulla serenità del mio bambino, che non mi avrà più tutta per sé…». Questa mamma si reca tutte le mattine a Brescia. Chi più chi meno questa esperienza (chiamiamola così!) l’abbiamo vissuta tutti, e tutti (più o meno) l’abbiamo superata. Ma una mamma non deve mai disperare. Una mamma sa dosare l’affetto per i figli, perché i figli presto si abituano alla nuova routine (...). Io e la mia ‘ragazzotta’ (per nulla dispregiativo!) l’abbiamo sperimentato ormai da parecchio tempo questo comportamento, e ti dico che ha funzionato (...).

Giorgino Carnevali (Cremona) 

1185 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online