Domenica, 27 settembre 2020 - ore 00.04

Pizzighettone (Cremona), assegnata la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano

Il Sindaco Moggi: «Un riconoscimento che è frutto del lavoro svolto nel corso degli anni da chi ha creduto in un progetto d’eccellenza per Pizzighettone»

| Scritto da Redazione
Pizzighettone (Cremona), assegnata la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano

Si è svolta oggi a Pizzighettone Città Murata di Lombardia, in concomitanza con la Giornata Nazionale dei Paesi Bandiera Arancione, la cerimonia ufficiale di consegna del Diploma e della Bandiera Arancione, riconoscimento prestigioso e marchio di qualità turistico e ambientale assegnato lo scorso mese di Maggio al Comune di Pizzighettone dal Touring Club Italiano. Pizzighettone è la 215ª Bandiera Arancione assegnata dal TCI in Italia. La prima in provincia di Cremona ma anche nelle province limitrofe di Lodi, Milano e Pavia.

A fare gli onori di casa, il Sindaco di Pizzighettone, Luca Moggi, e l’ex Assessore al turismo Sergio Barili della precedente giunta dell’ex Sindaco Carla Bianchi, che negli ultimi due anni di mandato ha seguito l’intero iter del riconoscimento; a tenere a battesimo la cerimonia, il responsabile e console regionale Pino Spagnulo e il console di Cremona Mariella Morandi. In sala gli Assessori Anna AlquàTiziana Magnani e Marcello Melicchio e il Consigliere Comunale Chiara Parmesani, il Presidente del Consorzio Navigare l’Adda, Carlo Pedrazzini, i componenti del Comitato Pizzighettone Turismo, tra cui il consigliere di Pizzighettone Fiere dell’Adda e presidente Pro Loco Beltrando Ghidoni e la responsabile del Museo Civico, Damiana Tentoni, oltre a funzionari e dipendenti comunali e a una nutrita delegazione di responsabili e soci del club di territorio di Cremona del TCI, tra cui Carla Bertinelli Spotti.

«Un riconoscimento che è frutto del lavoro svolto nel corso degli anni da chi ha creduto in un progetto d’eccellenza per Pizzighettone, che inserisce la nostra comunità in un circuito virtuoso con inevitabili ricadute benefiche per il paese», ha esordito il Sindaco Moggi. «Solo il 10% dei Comuni che chiede il riconoscimento di Bandiera Arancione viene premiato dalla rigida selezione del Touring Club Italiano», ha sottolineato Morandi. «Un riconoscimento meritato per la città murata. Seguo da anni l’evoluzione di Pizzighettone e devo dire senza tema di smentita che negli ultimi anni il paese ha decisamente cambiato aspetto, naturalmente in meglio, ampliando sia la gamma dei servizi sia l’offerta ma anche la cura del borgo. Un grazie a chi da anni si impegna per raggiungere questi risultati di prestigio, in particolare a Sergio Barili che si è speso molto anche sul fronte della Bandiera Arancione». «La Bandiera Arancione non è un punto di arrivo ma di inizio di un progetto che porterà sicuri vantaggi alla comunità e al borgo turistico, per i turisti ma anche per chi ci vive», ha aggiunto Spagnulo. «Un borgo che ho scoperto con piacere io stesso, restando meravigliato delle molteplici potenzialità e unicità ma anche dell’entusiasmo e della voglia di fare di chi da anni lavora per trasformare questo paese in un’eccellenza italiana».

Al termine, la consegna ufficiale del Diploma e della Bandiera Arancione, la stessa che dallo scorso Maggio svetta in cima alla Torre del Guado e sui cartelli stradali agli ingressi della città murata e la consegna alle autorità ospiti di doni di eccellenze locali, artistiche, culturali e gastronomiche. In cammino verso l’unicità dei borghi accoglienti è stato il tema di quest’anno della Giornata Italiana dei Paesi Italiani Bandiera Arancione. Per l’occasione, il Gruppo Volontari Mura in collaborazione con l’Amministrazione comunale ha promosso una serie di inediti itinerari tematici a partecipazione gratuita. Già a partire delle visite guidate in notturna alla scoperta delle mura proposte come prologo la sera di sabato 8 ottobre, a cui hanno aderito finora 41 turisti; oggi invece si sono registrati oltre 150 visitatori: sono stati infatti 116 i turisti che hanno aderito all’itinerario storico; circa 50 quelli che hanno scelto l’itinerario religioso; molti i visitatori che hanno scelto l’itinerario naturalistico che comprendeva anche la crociera sulla motonave Mattei alla scoperta degli scorsi paesistici e naturalistici lungo il fiume Adda, a cavallo tra le province di Cremona e Lodi.

1435 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria