Lunedì, 14 ottobre 2019 - ore 03.52

Slovacchia, vigilanza nucleare: spesi 7,6 milioni di euro nel 2015

195 controlli sono stati completati con nessun risultato negativo, e solo 7 sono stati accompagnati da un protocollo (il 50% in meno rispetto al 2014)

| Scritto da Redazione
Slovacchia, vigilanza nucleare: spesi 7,6 milioni di euro nel 2015

L’Autorità pubblica per la vigilanza dell’energia nucleare (UJD) ha effettuato più di 200 controlli l’anno scorso sulle centrali nucleari in Slovacchia. Un’attività che è costata oltre 7,6 milioni di euro, come emerge dalla relaziona annuale della stessa autorità. A parte una spesa di 420mila euro per l’acquisto di beni, il resto del budget è stato dedicato per finanziare le attività abituali di verifica e ispezione. Delle oltre 200 ispezioni del 2015, 160 erano state programmate e le altre 42 sono state aggiunte in seguito. 195 controlli sono stati completati con nessun risultato negativo, e solo 7 sono stati accompagnati da un protocollo (il 50% in meno rispetto al 2014). Nel complesso le ispezioni hanno identificato lo scorso anno 20 carenze. Nel 2015 l’Autorità non ha comminato sanzioni o dovuto interrompere il funzionamento di un impianto nucleare. Le centrali nucleari slovacche, che contano due reattori in funzione in località Jaslovske Bohunice e due a Mochovce, erano affidabili e sicure, ha annunciato l’Autorità.

Fonte: Buongiorno Slovacchia

675 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

AISE NORVEGIA: NASCE L’ASSOCIAZIONE ‘ITALIANI A TRONDHEIM’ IL 3 GIUGNO LA PRESENTAZIONE

AISE NORVEGIA: NASCE L’ASSOCIAZIONE ‘ITALIANI A TRONDHEIM’ IL 3 GIUGNO LA PRESENTAZIONE

TRONDHEIM- È già presente sul web con una pagina facebook appena lanciata e si prepara a presentarsi dal vivo anche ai connazionali: parliamo dell’associazione “Italiani a Trondheim - Itat” nata – si legge sul sito web – per “perseguire le finalità di solidarietà civile, culturale e sociale volte alla promozione dell’integrazione e dell’aggregazione della comunità italiana a Trondheim e in Norvegia”.
AISE ITALIA-AUSTRIA: A TRIESTE INCONTRO FRA PARTNER TRANSFRONTALIERI

AISE ITALIA-AUSTRIA: A TRIESTE INCONTRO FRA PARTNER TRANSFRONTALIERI

Il valore aggiunto dei Gruppi Europei di Cooperazione Territoriale (Gect) nella politica di coesione post 2020 è il tema al centro dei due giorni di lavoro che coinvolgeranno istituzioni europee e partner transfrontalieri partecipanti al progetto Fit4Co Fit for Cooperation e che si svolgeranno a Trieste oggi e domani, 11 e 12 aprile, nel salone di rappresentanza del palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia in piazza Unità d'Italia.