Giovedì, 14 novembre 2019 - ore 03.03

Sud Sudan, Situazione alimentare critica

| Scritto da Redazione
Sud Sudan, Situazione alimentare critica

Secondo l’ultimo rapporto pubblicato congiuntamente dalla Fao e dal World Food Programme, nel 2012 a rischio di insicurezza alimentare saranno circa 4,7 milioni di sudsudanesi, molti di più dei 3.3 milioni dello scorso anno. Molteplici i fattori che concorro a questa grave situazione. Le scarse precipitazioni hanno gravemente danneggiato gli ultimi raccolti, limitando la disponibilità di prodotti alimentari nei mercati locali e rendendo difficile per larga parte della popolazione sudsudanese procurarsi il cibo autonomamente. Nel 2011 la produzione di cereali in tutto il paese è diminuita del 19% rispetto all’anno precedente e del 25% rispetto alla media degli ultimi cinque anni. Ad aggravare la  situazione alimentare, secondo quanto si legge nel rapporto, sono anche i conflitti in corso da mesi nel Kordofan Meridionale e nel Nilo Azzurro che continuano a provocare la fuga di migliaia di civili che cercano rifugio in Sud Sudan ed Etiopia. L’UNCHR ha già chiesto altri 145 milioni di $ per garantire l’assistenza necessaria. Nelle ultime settimane il WFP ha dovuto anche assistere circa 80 mila civili coinvolti negli episodi di violenza interetnica verificatesi nello stato Jonglei. A far pressione sulle scorte alimentari del paese sono anche i 362 mila sudsudanesi che si trovavano ancora in Sudan e che dall’ottobre 2010 sono ritornati in Sud Sudan. L’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari di base, quali sorgo e mais, quasi duplicati rispetto al 2011 e del costo del carburante peggiora ulteriormente la situazione.

1401 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria