Venerdì, 12 agosto 2022 - ore 14.33

Ungheria, nuove intimidazioni contro i Rom

| Scritto da Redazione
Ungheria, nuove intimidazioni contro i Rom

Esteri.Ungheria, nuove intimidazioni contro i Rom   
276 donne e bambini di etnia Rom hanno abbandonato il comune di Gyöngyöspata, situato a un’ottantina di chilometri da Budapest, intimiditi dalla presenza di estremisti di destra che si addestravano con armi da fuoco
di OsMe, www.eurolettera.org

276 donne e bambini di etnia Rom hanno abbandonato il comune di Gyöngyöspata, situato a un’ottantina di chilometri da Budapest, intimiditi dalla presenza di estremisti di destra che hanno allestito un campo di addestramento nei pressi dell’abitato.
Si tratta dei membri dell’organizzazione paramilitare Véder? (Forza di difesa) che si sono impegnati a effettuare ronde nel comune per difenderlo da atti di criminalità comune attribuiti da questi ultimi ai Rom. le persone fuggite dal centro abitato hanno trovato ospitalità in un campo per bambini situato a poca distanza da Budapest grazie a organizzazioni umanitarie.
A Gyöngyöspata sono rimasti gli adulti della comunità, mentre il campo in cui gli estremisti si addestrano con armi da fuoco è stato circondato dalla polizia, che però non ha vietato l’esercitazione.

Secondo Amnesty International, Human Rights First e il Centro Europeo per i Diritti dei Rom la polizia non è intervenuta nemmeno in occasione di altri atti intimidatori avvenuti di recente contro i Rom di Gyöngyöspata ad opera della Szebb Jöv?ért Polgár?r Egyesület (Unione della Guardia Civile per un Futuro Migliore). Tali organizzazioni avevano inviato una lettera alle autorità del paese affinché venissero presi provvedimenti contro attività che rientrano nel programma del partito di estrema destra Jobbik (presente al Parlamento), protagonista, in più circostanze, soprattutto attraverso la Guardia Ungherese, di atti intimidatori contro i Rom. L’appello però sembra essere caduto nel vuoto: non ha suscitato provvedimenti concreti, atti a scoraggiare la violenza razzista di questi gruppi paramilitari.

Citato dall’agenzia di stampa MTI, Dávid Dorosz del partito LMP (Una Politica Diversa è Possibile) si è appellato al ministero dell’interno e alle forze dell’ordine perché vengano prese immediatamente misure tali da porre fine a questi episodi di violenza e allontanare gli estremisti da Gyöngyöspata.

www.eurolettera.org

fonte: http://www.rassegna.it/articoli/2011/04/22/73685/ungheria-nuove-intimidazioni-contro-i-rom

2120 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria