Martedì, 27 settembre 2022 - ore 15.41

USA: PROCEDE LA REALIZZAZIONE DEL KEYSTONE XL

| Scritto da Redazione
USA: PROCEDE LA REALIZZAZIONE DEL KEYSTONE XL

Il Ministro dell'Ambiente canadese, Diana McQueen, convinta sulla realizzazione dell'oleodotto concepito per veicolare greggio dai giacimenti del Canada al Golfo del Messico. I repubblicani cercano di rompere il fronte democratico
FILADELFIA - Un sodalizio tra USA e Canada per garantire la sicurezza energetica del Nordamerica attraverso la costruzione di un gasdotto.
Nella giornata di giovedì, 11 Aprile, il Ministro dell'Ambiente canadese, Diana McQueen, ha dichiarato l'intenzione di procedere nella realizzazione dell'oleodotto Keystone XL, concepito per trasportare greggio dal Canada al Golfo del Messico attraverso gli USA centrali.
Decisive per la presa di posizione del Ministro McQueen sono state le rassicurazioni del Rappresentante democratico -responsabile per gli affari energetici del suo partito- Eliot Engel, in merito all'intenzione degli USA di avvalersi del greggio canadese per soddisfare la richiesta interna, e non, come temuto dal Canada, per aumentare le esportazioni di carburante.
Sostegno al Keystone XL è stato fornito dal Senato, che, controllato a maggioranza dai democratici, ha approvato una proposta di bilancio federale che prevede la realizzazione dell'oleodotto.
Apertamente a favore al Keystone XL sono anche i repubblicani, che controllano la Camera dei Rappresentanti, nella quale hanno presentato una mozione che permette la realizzazione dell'oleodotto anche senza aspettare il via libera definitivo del Presidente USA, il democratico Barack Obama.
La motivazione della mozione è dovuta alla presenza di una minoranza ambientalista interna ai democratici, che si è detta apertamente contraria alla realizzazione del Keystone XL per questioni ecologiche.
Come riportato dalla Reuters, i democratici non intendono sostenere la mozione dei repubblicani, ma hanno confermato il supporto al Keystone XL, ritenuto un'infrastruttura di importanza nazionale.
Anche il Dipartimento di Stato, che è intervenuto nella questione del Keystone XL, in quanto l'oleodotto costituisce un'infrastruttura transnazionale, ha dato parere favorevole alla realizzazione dell'oleodotto.
Impegnato nella realizzazione di una conduttura di interesse strategico è anche il Canada, che ha avviato la realizzazione della Energy East Pipeline con una gara pubblica gestita dal colosso canadese TransCanada Corporation.
Il progetto punta alla realizzazione di un oleodotto di 3 Mila chilometri di lunghezza per veicolare greggio dai giacimenti del Canada occidentale agli Stati orientali, che ad oggi sono legati dalle importazioni di oro nero dall'estero.

Matteo Cazzulani
Free lance journalist and energy deals consultant m.cazzulani@gazeta.pl

915 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria