Lunedì, 25 settembre 2017 - ore 19.08

Lodi - 12^ Rassegna di Concerti e Itinerari Musicali

Concerti Aperitivo in Accademia - Edizione 2017

| Scritto da Redazione
Lodi - 12^ Rassegna di Concerti e Itinerari Musicali

 

Dodicesima edizione per i Concerti Aperitivo in Accademia, come per le precedenti edizioni otto appuntamenti musicali da sabato 28 gennaio al 6 maggio per riscoprire classici d'autore presso la sala concerti dell'Accademia Gerundia di Lodi, da dodici anni un appuntamento irrinunciabile per il pubblico lodigiano che regolarmente ad ogni concerto, occupa gli ambiti cento posti del salone dei concerti di Via Besana 8.

A cura del maestro Matteo Cremonesi, direttore artistico, clarinettista e docente della Gerundia, saranno proposti concerti con artisti e formazioni note al fedele pubblico che ne ha caldeggiato la richiesta, ed altre nuove proposte dal curriculum veramente interessante. 

 
 

Si parte il 28 gennaio con la fisarmonica di Tiziano Chiapelli insegnante e celebre concertista (fra l'altro componenete della band di Tullio De Piscopo) che oramai da qualche anno è riservata l'apertura della rassegna. Il maestro Chiapelli si esibirà in un appasionante concerto che ripercorrerà la storia della fisarmonica, dai motivi popolari, al tango di Piazzolla al Jazz di Azzola e Galliano. 

 

Sabato 11 febbraio è la volta del canto lirico, il soprano Chiara Passudetti e il tenore Alessandro Bonatti accompagnati al pianoforte dal maestro Mario Genesi, dedicheranno il concerto al "Gran Galà dell'Operetta" con brani scelti dalle più celebri operette quali "Scugnizza" di Costa, "Addio Giovinezza" e "l'Acqua Cheta" di Pietri, "Il Paese dei Campanelli" e “Cin Ci La” della coppia Lombardo-Ranzato, “La Vedova Allegra” di Lehar. 

 

Il "Quintetto Curiel", pianoforte e quattro archi, è una delle novità della rassegna, il 25 febbraio, Graziano Spinnato (violino), Rosaria Mastrosimone (viola), Paola Minniti (pianoforte), Luca Colardo (violoncello), Vito Vincenzo De Meo (violino), proporranno un viaggio nel Romanticismo. Cinque giovani concertisti dal prestigioso curriculum, diplomati a pieni voti e con master di specializzazione a livello internazionale, vantano inoltre collaborazioni con grandi orchestre nazionali ed internazionali, individualmente vincitori di ambiti concorsi.

 

Dal Conservatorio Nicolini di Piacenza sabato 11 marzo saranno ospiti i giovani chitarristi, le ecellenze delle sei corde diretti dal vice direttore del Conservatorio maestro Giuseppe Pepicelli, interpreteranno classici d'autore, mentre il 25 marzo dal Conservatorio Boito di Parma, diretti dal maestro Guido Scano, saranno in scena i giovani talentuosi pianisti.

 

La direzione della Gerundia, ha sempre riservato molta attenzione alle collaborazioni con i vari conservatori nazionali, nell'intento di favorire le opportunità concertistiche ai giovani studenti, sicuramente un necessario valore aggiunto allo studio e alla preparazione didattica. Le prime attività con i conservatori risalgono all'anno 1980, quando direttamente dall'allora direttore del conservatorio di Milano Marcello Abbado, venivano segnalati al direttore della Gerundia Pietro Farina, alcuni talentuosi studenti da proporre nei concerti. Il vivace quintetto d'ottoni "Orion Brass" , altra nuova proposta della rassegna, animerà il concerto di sabato 8 aprile, con Marco Cotti (tromba), Salvatore Buttacavoli e Simone Balordi (trombe), Davide Navatta (corno), Alex Sordi (trombone), Giovanni Cicchelli (basso tuba). Nato in seno al conservatorio Nicolini di Piacenza il gruppo si è dedicato con grande passione alla realizzazione di un repertorio estremamente vario, dal Barocco allo Swing fino alle più note colonne sonore, con autori quali H.Zimmer, G.F.Haendel, H.Gualdi. Dopo l'esibizione del quintetto, saranno in scena i vincitori del Concorso Pianistico Nazionale "Pietro Montani" di Corno Giovine, guidati dal direttore del concorso Prof.Guido Scano. La partecipazione alla rassegna di Lodi, per questi giovani talenti vincitori del concorso, è uno dei premi a loro assegnati dalla commissione giudicatrice.

 

Il 22 aprile Emozioni e vibrazioni scaturiranno delle corde suonate dall'arpista Tatiana Alquati, gettonatissima dal fedelissimo pubblico della rassegna che ne ha caldeggiato la presenza in cartellone anche quest'anno dopo il successo ottenuto con il memorabile concerto della passata edizione. Prima italiana al Concorso Internazionale di San Pietroburgo, Tatiana Alquati svolge attualmente una intensa attività concertistica, inoltre la giovane musicista è Prima Arpa dell’Orchestra del Festival Pianistico di Brescia e Bergamo e dell’Orchestra «Cherubini», ruolo per cui è stata scelta dal maestro Riccardo Muti. Tatiana, grazie all’amore per la musica, sprigiona un’energia incredibile che l’ha portata ad ottenere un enorme successo in tutto il mondo. 

 

Elisa Parmigiani giovane e promettente cantante di Cremona, chiuderà la rassegna il 6 maggio, con un due acustico di qualità per musica pop, soul e cantautorato. Elisa ha iniziato ad esibirsi nel 2002 in concerti live e concorsi canori, in questi anni ha preso parte a diversi progetti musicali con gruppi emergenti e band affermate, partecipando in qualità di autrice e cantante in diverse realizzazioni di musical e spettacoli originali, scrivendo anche articoli per riviste musicali. Laureata presso l'Università degli studi di Pavia, indirizzo arte e spettacolo, oltre all'attività concertistica si occupa anche dell'insegnamento in particolare per la didattica vocale e la propedeutica musicale.

 

Tutti i concerti con inizio alle ore 17.45 e con ingresso libero, prevedono un gustoso finale con l'aperitivo offerto a tutti i presenti, i quali avranno la possibilità d'incontrare e dialogare con i musicisti. L'aperitivo sarà servito presso le sale del Museo dello Strumento e della Musica, che per tali occasioni riserverà una apertura straordinaria. Questo programma vede come sempre la Gerundia in prima linea nella promozione di eventi culturali che contribuiscono allo sviluppo artistico e culturale della nostra città, con questa edizione sono ben 96 i concerti che sono stati proposti dal 2005 con l'inizio della rassegna. Fra le prossime novità per il 2017 l'Accademia prevede l'organizzazione della nona edizione, del "Concorso Internazionale di Esecuzione Strumentale e Canto Lirico Premio Città di Lodi" e la pubblicazione della fiaba “Gerundia e la sua leggenda” la storia di una ninfa eternamente giovane, paladina delle arti, la storia di un nome da quarant'anni simbolo della promozione culturale della nostra città.

395 visite

Articoli della stessa categoria