Giovedì, 29 settembre 2022 - ore 20.32

7 aprile 2022 – Giornata mondiale per il DIRITTO ALLA SALUTE.

Iniziativa dal titolo: IL DIRITTO ALLA SALUTE FRA GUERRE E SINDEMIE. FERMIAMO LA PRIVATIZZAZIONE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE E LA NEGAZIONE DEL DIRITTO ALLA SALUTE

| Scritto da Redazione
7 aprile 2022 – Giornata mondiale per il DIRITTO ALLA SALUTE.

Indetta ogni anno dalla Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha lo scopo di richiamare i cittadini, le istituzioni, le forze politiche e sociali a ricordare il rispetto del Diritto Universale dell’Uomo alla Salute, negato in larga parte del mondo e spesso privatizzato e ridotto a merce nella società ritenute più avanzate.

In Italia, ed in particolare nella prospera Lombardia, dove pur esiste un Servizio Sanitario Nazionale pubblico, universale e sostenuto dalla fiscalità generale, si registra una fortissima spinta alla privatizzazione della sanità.

Lo smantellamento dei servizi territoriali, il blocco delle assunzioni, il sottofinanziamento del Servizio Sanitario Nazionale, il ricorso alle assicurazioni sanitarie private, la introduzione del cosiddetto Welfare aziendale sanitario nei contratti di lavoro, sono forti spinte verso la mercificazione della salute. La stessa costituzione delle Case e degli ospedali di comunità, previsti dalla recente nuova legge sanitaria lombarda, nascono aprendo anche le strutture territoriali al privato.

Il Cremonese si colloca nei primi posti fra i territori lombardi con spinte alla mercificazione della sanità, favorita dall’operato degli stessi Direttori delle aziende sanitarie locali in palese contraddizione con il loro ruolo di Manager di strutture pubbliche; come giudicare diversamente la scelta scellerata di esternalizzare il personale sanitario. Oggi si sfonda il muro con le figure degli Operatori Socio – Sanitari del presidio di Cremona e di Oglio Po, e domani a chi toccherà?

Cosa dire poi delle liste di attesa chilometriche delle prestazioni sanitarie e che obbligano al ricorso alle tante strutture convenzionate o private; lo denunciano con la loro iniziativa di protesta le utenti e le associazioni del servizio di “Area Donna” costrette a ricorrere a strutture esterne all’Ospedale per le loro esigenze terapeutiche. Oggi, marzo 2022, i tempi per una mammografia prima visita, a Cremona, sono a 290 giorni. Davvero troppo.

Il Coordinamento Regionale per il Diritto alla Salute, al quale aderisce Rifondazione Comunista, ci invita ad una iniziativa dal titolo: IL DIRITTO ALLA SALUTE FRA GUERRE E SINDEMIE. FERMIAMO LA PRIVATIZZAZIONE DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE E LA NEGAZIONE DEL DIRITTO ALLA SALUTE che si terrà il 9 aprile prossimo presso la Camera del Lavoro di Milano dalle ore 9,30 alle ore 13. In allegato il volantino dell'iniziativa.

508 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria