Venerdì, 03 aprile 2020 - ore 11.59

COMUNICATO STAMPA SARDINE BRESCIA 18 gennaio 2020

COMUNICATO STAMPA SARDINE BRESCIA 18 gennaio 2020

| Scritto da Redazione
COMUNICATO STAMPA  SARDINE BRESCIA 18 gennaio 2020

 

Abbiamo appreso dagli organi di stampa che sono state rivolte delle accuse alla Casa della Memoria di Brescia, per essersi esposta politicamente - a detta di alcuni - rispetto al nostro flash mob/performance del 25 gennaio prossimo.

Il presente comunicato stampa nasce esclusivamente dalla volontà di voler ringraziare - ancora una volta - Manlio Milani, per l’attenzione e il sostegno mostrati nei confronti della nostra iniziativa. Le Sardine di Brescia, con questo secondo appuntamento in Piazza della Vittoria, si pongono esplicitamente l’obiettivo di riattualizzare i temi sottesi alla Giornata della Memoria, costruendo un percorso di riflessione e proponendo un linguaggio nuovo e creativo.

Ci appare del tutto inopportuno e di pessimo gusto strumentalizzare il “patrimonio collettivo della Città e della memoria bresciana”, tra l’altro con l’ignobile intento di sferrare un attacco gratuito e del tutto ingiustificato a chi, da sempre, si è posto al servizio di questa Città.

Con fervente orgoglio ribadiamo ciò che ci unisce profondamente alla Casa della Memoria: non soltanto la comunanza di valori, ma anche la continua necessità di tenere vivo il ricordo delle vittime di queste strangi immani, così come la convinzione che educando le giovani e le giovanissime generazioni si possa superare l’idea di un ritorno a periodi bui del passato.

Ci permettiamo, infine, una nota ironica: a chi non sa che pesci pigliare, consigliamo le sardine!

 

 

258 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

BRESCIA POLIZIA LOCALE, ATTIVITÀ ANTIPROSTITUZIONE 2019

BRESCIA POLIZIA LOCALE, ATTIVITÀ ANTIPROSTITUZIONE 2019

Le persone identificate sulla strada sono state 79, otto delle quali sono state accompagnate al Comando per accertamenti. Una persona, infine, è stata arrestata perché, nei suoi confronti, era stato spiccato in precedenza un mandato di cattura. Molte prostitute raggiungono Brescia da altre località nella serata per poi allontanarsi attorno alle 3 del mattino. Le restanti sono domiciliate in alcuni alberghi cittadini, prevalentemente nella zona della stazione ferroviaria. Queste strutture sono state più volte controllate dalla Polizia Locale e, in alcuni casi, sono scattati provvedimenti di natura commerciale o igienico sanitaria, portati a termine in collaborazione con l’Ats.