Venerdì, 13 dicembre 2019 - ore 06.48

Coradi (PD) Chiede verifica progetto giovani

| Scritto da Redazione
Coradi (PD) Chiede verifica progetto giovani

Alessandro Corradi (PD) : Visto che la commissione competente non è mai stata informata, con interrogazione, il Pd chiede, a distanza di 4 mesi, una verifica del progetto sperimentale Giovani@Cremona e le prospettive una volta terminata questa fase.
Ecco il testo depositato.

INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE
Oggetto: progetto Giovani@Cremona

PREMESSO CHE

Il 30 giugno 2010 è scaduto l'appalto in essere riguardante il servizio di educativa territoriale (SET), servizio in capo all'assessorato alle politiche giovanili. L'appalto non è stato rinnovato, ma è    stato prorogato, con una forte riduzione delle risorse, fino al 30 settembre 2010.

Nel novembre 2010, con un buco temporale di un mese coinciso con l'avvio di tutte le attività che a diverso titolo erano coinvolte nel servizio di educativa territoriale,  è stato avviato un nuovo servizio completamente ripensato nel metodo, nei contenuti e nelle risorse a disposizione, le quali sono state drasticamente ridotte. A tale nuova progettualità, denominata "Giovani@Cremona", è stato attribuito il carattere di sperimentale.

CONSIDERATO CHE

Il ripensamento del principale servizio educativo rivolto ai giovani è avvenuto in tempi molto ristretti, lasciando totalmente scoperto un mese (ottobre 2010), perlopiù coincidente con l'avvio di tutte le attività (scuola, oratori, attività sportive etc.) che a diverso titolo erano integrate al servizio stesso, generando smarrimento e confusione nei cittadini che ne beneficiavano e negli operatori che ne erano attori protagonisti.

Il nuovo progetto è ormai attivo da 4 mesi e a giugno 2011, stando a quanto affermato dall'assessore di competenza, terminerà la sua fase sperimentale.

Il Partito Democratico ha espresso a più riprese una forte contrarietà rispetto al taglio delle risorse dedicate, alla chiusura indiscriminata di 2 dei 3 CAG e alla tempistica con la quale è avvenuto il ripensamento di un servizio molto importante.

 Il PD ha inoltre espresso perplessità sui contenuti e l'impostazione della nuova progettualità, fondata su voucher e partenariato sociale. Un cambiamento radicale, che riteniamo abbia generato molta confusione e creato incertezza nell'organizzazione e nella suddivisione delle responsabilità tra Comune e terzo settore.

Un'incertezza che si potrebbe riscontrare anche nelle relazioni territoriali, rese precarie da un orizzonte temporale limitato e indefinito della nuova progettualità.

La commissione di competenza non è mai stata informata in modo specifico sulla nuova progettualità e sull'andamento della sua fase sperimentale, tant'è che abbiamo ritenuto necessario intervenire attraverso un interrogazione a risposta orale presentata dal PD nello scorso novembre, con la quale si chiedeva conto nel dettaglio dello stato di avanzamento del progetto.

IL CONSIGLIO COMUNALE INTERROGA LA GIUNTA:
-per sapere e verificare l'andamento del nuovo progetto nei suoi primi 4 mesi di sperimentazione;
-per conoscere quali strumenti di verifica si è data la Giunta e come intende coinvolgere in tale verifica le parti interessate e non ultima la Commissione    consiliare;
-per sapere quali sono le progettualità future una volta terminata la fase

1097 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria