Domenica, 23 giugno 2024 - ore 19.23

Cremona Manfredini (FNLC) risponde a Zagni (Lega) sul bilancio preventivo 2022

Le considerazioni che il consigliere Zagni ha fatto su alcune voci del bilancio di previsione 2022 del Comune puntano a una facile presa emotiva sui cittadini

| Scritto da Redazione
Cremona Manfredini (FNLC) risponde a Zagni (Lega) sul  bilancio preventivo 2022

Cremona Manfredini (FNLC) risponde a Zagni (Lega) sul  bilancio preventivo 2022

Le considerazioni che il consigliere Zagni ha fatto su alcune voci del bilancio di previsione 2022 del Comune puntano a una facile presa emotiva sui cittadini, ma poco hanno a che vedere con la realtà delle cose.

Per quanto riguarda l’importo delle violazioni al codice della strada, previsto per il 2022 in aumento di 1,4 milioni di euro rispetto al 2021, non è certo dovuto al desiderio di questa Amministrazione di tartassare i cittadini. Nessuno ha mai detto che i nuovi vigili saranno destinati a far multe, ma avranno una pluralità di attività da seguire, come tutto il Corpo dei Vigili Urbani: polizia giudiziaria, polizia di prossimità, ambiente ed edilizia, polizia stradale, ecc.

L’importo indicato nel bilancio di previsione è una stima che si basa su quanto fatto mediamente negli anni pre-pandemia. Durante gli anni 2020 e 2021 infatti la maggior parte dei vigili sono stati impegnati in attività destinate al controllo per contenere il Covid, comportando una drastica riduzione delle sanzioni per violazioni del codice della strada.

Occorre poi dire che l’importo delle multe dipende dalla correttezza degli utenti della strada: noi ci auguriamo che l’importo delle sanzioni sia tendente a 0!! Sarebbe un risultato stupendo per tutti!!  Ricordiamo che le infrazioni più frequenti al codice della strada sono: superamento dei limiti di velocità, sosta vietata su passi carrai ed aree invalidi, uso del cellulare durante la guida, mancato rispetto dei tempi di guida per autisti trasportatori.

Per quanto poi riguarda il tema dell’addizionale Comunale sui redditi, ricordiamo che l’aliquota prevista per il 2022 è lo 0,8% ed è invariata dal 2013; questa Amministrazione ha inoltre provveduto ad innalzare le soglie di esenzione negli ultimi anni (soglia a 11.000€ nel 2020 e soglia a 12.000€ nel 2021, confermata anche per il 2022) per venire incontro alle famiglie con redditi più modesti (circa il 30% del totale contribuenti). Altro che sinistra delle tasse!!

Certamente sarebbe bello poter ampliare la fascia di esenzione o favorire in altro modo un maggior numero di famiglie a basso reddito; ciò però vorrebbe dire minori entrate per il Comune e di conseguenza anche minori servizi alla collettività, che invece si aspetta sempre maggiori impegni dal Comune.

Infine una breve nota: Zagni propone l’applicazione a livello locale di aliquote Irpef progressive all’aumentare del reddito. Noi ne siamo convinti da sempre, perché è un principio fondamentale di equità! Una bella conversione invece per quella destra che ha portato avanti per anni a livello nazionale la proposta della flat tax !!

Enrico Manfredini (Fare Nuova la città – Cremona Attiva)

670 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online