Lunedì, 05 dicembre 2022 - ore 03.21

GIORNATA MONDIALE DELLA SALUTE MENTALE

QUANDO ASCOLTO, NATURA E ARTE SI PRENDONO CURA DI NOI

| Scritto da Redazione
GIORNATA MONDIALE DELLA SALUTE MENTALE GIORNATA MONDIALE DELLA SALUTE MENTALE GIORNATA MONDIALE DELLA SALUTE MENTALE

Il 10 ottobre è la Giornata Mondiale della Salute Mentale (World Mental Health Day), riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per promuovere la consapevolezza e la difesa della salute mentale contro lo stigma sociale. Per questa occasione, il Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze dell’ASST di Cremona promuove attività e percorsi di benessere psico-fisico e sociale. Arte, natura e cinema saranno protagonisti delle diverse proposte aperte alla città e finalizzate all’inclusione.

Per l’occasione, dal 10 al 27 ottobre 2022, l’Asst organizza tre iniziative complementari che rientrano nella campagna nazionale promossa da ONDA (Osservatorio sulla Salute della donna e di Genere).

IL CALENDARIO

OPEN DAY ALL’ORTO BIO-PSICO-SOCIALE

10 ottobre 2022, dalle 14.30 alle 17.30

Via Belgiardino, 6 Cremona

Lunedì 10 ottobre l’Orto bio-psico-sociale (in Via Belgiardino 6) sarà aperto dalle 14.30 alle 17.30. Un'occasione da non perdere, per rifugiarsi in un'oasi verde in mezzo alla città e cogliere prodotti di stagione biologici a chilometro zero (contributo libero). L’iniziativa nasce con lo scopo di promuovere una nuova dimensione del lavoro sociale per sviluppare un percorso di autonomia della persona valorizzando il territorio e il rispetto verso l’ambiente.

Il laboratorio è promosso da ASST di Cremona e dall’Azienda Sociale Cremonese in collaborazione con Cremona Urban Bees, Città Rurale e l’associazione Come Together.

Come spiega Franco Spinogatti (Direttore del Dipartimento di Salute mentale), «L’obiettivo è promuovere stili di vita sani e il contatto tra persone, per rompere lo stigma che associa i luoghi di cura psichiatrici a immagini di tristezza e degrado. Il Laboratorio bio-psico-sociale è la dimostrazione che questo non è un binomio obbligato. Qui non si producono solo frutta e ortaggi, ma anche inclusione sociale, scambi, legami».

Oltre all’aspetto di inserimento nel mondo del lavoro, «L'Orto ha un’importante valenza terapeutica, grazie all’aspetto della socialità e alla routine di serenità», aggiunge lo psicologo Fabio Stefanoni.

L’educatrice Giuseppina Dalle Vedove conferma che «I benefici non sono solo per gli utenti, ma anche per gli operatori». Stefano Maggio, agricoltore, collabora con l’Orto bio-psico-sociale da otto anni: «Consiglierei a tutti questa esperienza. L’orto è il mio psicologo, coltivare la terra equivale ad una terapia di gruppo».

Per informazioni: laboratorio.biopsicosociale@gmail.com

“ARTEASSIEME” A PALAZZO GUAZZONI ZACCARIA

15 ottobre ore 17 e 21

23 ottobre ore 15

Corso Pietro Vacchelli, 60 Cremona

Arteassieme è un’esperienza in cui l’arte diviene medium potente per favorire l’inclusione sociale e il benessere delle persone interessate da un problema di salute mentale, promuovendo al contempo un’azione emblematica anti-stigma. L’iniziativa punta a far emergere l’originalità e l’essenza di ciascuno a scapito degli stereotipi più diffusi e di un concetto sterile di normalità.

L’edizione di quest’anno si terrà a palazzo Guazzoni Zaccaria (Corso Pietro Vacchelli 60 - Cremona), storica dimora cremonese che per l’occasione aprirà le porte al pubblico. Sarà l’occasione per respirare bellezza, dove l’arte sarà strumento d’inclusione sociale e benessere per la salute mentale. Il primo appuntamento sarà sabato 15 ottobre (ore 17 e 21) e si replica domenica 23 ottobre (ore 15).

Le visite guidate sono organizzate da un gruppo di utenti, volontari, familiari, operatori del Area riabilitativa della salute mentale, Esperti in Supporto tra Pari (ESP) e guide turistiche professionali. Il progetto è promosso da Asst di Cremona in collaborazione con Come Together e Target Turismo.

Per partecipare è necessario prenotare, chiamando i numeri 0372 407081 - 347 6098163 oppure inviando una e-mail a info@targetturismo.com

UNA SERATA AL CINEMA: MARYLIN HA GLI OCCHI NERI

27 ottobre 2022, ore 20.30

CineChaplin, Via Antiche Fornaci 58, Cremona

“Marylin ha gli occhi neri” (diretto da Simone Godano) è il titolo del film in rassegna al Cinema Chaplin di Cremona. È ispirato alle storie vere delle cooperative sociali nate negli anni Ottanta per dare lavoro ai pazienti dimessi dai manicomi in seguito alla Legge Basaglia.

«La scelta di proiettare questo film e condividerne il messaggio con la cittadinanza – commenta Spinogatti - non è casuale. Il nostro scopo è sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto alla necessità di atteggiamenti positivi, affrontando anche con ironia e leggerezza tematiche estremamente importanti legate alla salute mentale, come la gestione dei rapporti interpersonali, l'inserimento abitativo e lavorativo, l’inclusione».

I PROGETTI INNOVATIVI SONO LA NOSTRA SFIDA

«La salute mentale è una sfida ineludibile che il Sistema Sanitario Nazionale è chiamato ad affrontare» afferma Paola Mosa (Direttore Socio Sanitario ASST Cremona). «Il nostro obiettivo è raccogliere questa sfida, offrendo progetti innovativi ai pazienti, creando momenti di riflessione con la cittadinanza e lavorando a stretto contatto con le associazioni di volontariato per promuovere la cultura dell’inclusione». Per abbattere il pregiudizio che ancora avvolge queste problematiche, «è necessario intraprendere la strada dei servizi di prossimità – prosegue Mosa - investendo nel sistema sanitario territoriale e mettendo sempre la persona al centro dell’interesse, per dare una risposta efficace alla complessità dei problemi connessi ai disagi psichici».

IL BENESSERE DELLA PERSONA, UNA PRIORITÀ GLOBALE

Dello stesso avviso è Franco Spinogatti (Direttore del Dipartimento di Salute mentale), che specifica come «non c’è salute senza salute mentale. Questi due aspetti, che vanno di pari passo nella costruzione del benessere della persona, devono diventare una priorità a livello globale. I servizi del Dipartimento di Salute Mentale e delle Dipendenze non si sono mai fermati, neanche nei mesi della pandemia, che tra le varie ombre lasciate ha portato un netto aumento degli accessi e delle liste d’attesa per chi richiede assistenza o sostegno».

263 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria