Lunedì, 16 maggio 2022 - ore 11.26

INAUGURAZIONE BOSCO DEL TEMPO

Crema

| Scritto da Redazione
INAUGURAZIONE BOSCO DEL TEMPO

Si terrà domenica 20 marzo alle ore 10:30 presso l’area verde di Via Pandino a Ombriano di Crema (CR) l’inaugurazione del “Bosco del tempo”, il frutteto di alberi dimenticati voluto dall’Associazione Comuni Virtuosi e dall’amministrazione comunale.

L’idea si inserisce in un più ampio disegno dell’Associazione che dopo il primo bosco inaugurato nel 2019 a Colorno (PR), la sta esportando in altre comunità appartenenti alla rete: al momento Parma, Bergamo e Novellara (RE).

I progettisti sono l’agronomo Roberto Reggiani, Direttore dell’Azienda Sperimentale Stuard di Parma e l’architetto Paola Cavallini dello studio A+C Architettura e Città studio associato. Il progetto, i cui lavori sono in fase di ultimazione, è stato realizzato da Non Solo Verde di Bagnolo Cremasco. Si chiamerà “Bosco della Musica e della Memoria”, in ricordo delle vittime del Covid del territorio, particolarmente colpito soprattutto in occasione della prima ondata di pandemia. L’area verde individuata per la realizzazione del bosco è in Via Pandino, adiacente ad una scuola primaria e ad orti urbani: luogo ideale per la socializzazione e la condivisione.

L’obiettivo è quello di creare un luogo di comunità, un parco multifunzionale che si anima ogni giorno di tante persone che lì incrociano parte delle proprie attività all’aperto. Un progetto che coniuga la memoria con il crescere degli alberi che sono stati piantati.

Il progetto prevede la piantumazione complessiva di

n. 77 alberi e

n. 8 piante rampicanti:

un corpo centrale di alberi da frutta circondato da alberi dal cui legno prendono forma e vita strumenti musicali: il tiglio e il frassino per la chitarra, l’acero per gli strumenti ad arco, il platano per gli strumenti poveri, il pero per gli strumenti di precisione

. – Alberi da frutto:

n° 8 Noccioli

n° 10 Meli

n° 14 Peri

n° 10 Albicocchi

n° 10 Ciliegi

 – Albero della Memoria: Prunus avium

 – Alberi della Musica:

n° 5 Platani

n° 4 Tigli

n° 5 Frassini

n° 10 Aceri pseudoplatani

– Rampicanti: n°4 viti –

_n°4 rose rampicanti

Il progetto prevede la realizzazione di un camminamento interno che consentirà di raggiungere, dal parcheggio esistente, una pergola appositamente pensata come aula didattica a cielo aperto e punto di incontro. La pergola è realizzata in legno di castagno e servirà anche da sostegno ai rampicanti (viti e rose) che ombreggeranno l’area di sosta. Una recinzione in pali di castagno definirà il limite dell’area verso il fosso esistente rendendone sicura la frequentazione.

Il progetto è interamente finanziato dal Comune di Crema.

Nelle scorse settimane sono stati raccolti tramite crowdfunding € 5.370,00 che andranno invece a finanziare l’attività ricreativa e culturale che nel corso del 2022 animerà il bosco e che vede il coinvolgimento attivo di alcune realtà associative di Crema, oltre all’Istituto Comprensivo Crema Due. La cerimonia del 20 marzo sarà una festa di quartiere.

Dopo i saluti istituzionali e la presentazione del progetto da parte dei progettisti, è in programma il taglio del nastro e, a seguire, un intervento musicale del Corpo Bandistico Giuseppe Verdi di Ombriano. Infine, un breve brindisi benaugurante. DICHIARAZIONI Stefania Bonaldi – Sindaca di Crema “Piantare alberi significa ricordarci che la vita va avanti.

Questo luogo sarà anche un luogo di vita. Sarà un luogo della musica, dell’arte, della cultura, degli incontri.

Sarà un posto dove imparare e re-imparare a stare insieme, in un mondo che corre veloce la socialità ha bisogno anche di rallentare ed ascoltarsi” Marco Boschini – Associazione Comuni Virtuosi “Il bosco della memoria e della musica sarà un luogo di contemplazione e al contempo di svago, di memoria e di novità.

Speriamo possa diventare, per la comunità, un punto di riferimento e un’occasione in più per riprendere il vizio dello stare insieme”.

369 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria