Martedì, 22 maggio 2018 - ore 15.59

IPOTESI DI GOVERNO. DICE SILVIO: ‘AVANTI VOI PERCHE’ A ME VIENE DA RIDERE’di Giorgino Carnevali

COSI’, BACIO DOPO BACIO, TRA DI MAIO E SALVINI SCOPPIA UN’IMPOSSIBILE ALLEANZA.

| Scritto da Redazione
IPOTESI DI GOVERNO. DICE SILVIO: ‘AVANTI VOI PERCHE’ A ME VIENE DA RIDERE’di Giorgino Carnevali

IPOTESI DI GOVERNO. DICE SILVIO: ‘AVANTI VOI PERCHE’ A ME VIENE DA RIDERE’di Giorgino Carnevali

COSI’, BACIO DOPO BACIO, TRA  DI MAIO E SALVINI SCOPPIA UN’IMPOSSIBILE ALLEANZA.

Direttore buono, può essere che abbia sentito cantare da Elio e le Storie Tese “La Terra dei Cachi”, adattata all’abbisogna all’attuale crisi politica? Puoi essere sai, perché…sentine su un pezzo: “Governo si, governo no, governo bum, la strage impunita”. E così chiudeva: “Uè uè uè uè uè. Perchè la terra dei cachi è la terra dei cachi”. Non ti sto a tradurre il significato della parola cachi, ormai è di dominio pubblico, già!...tuttavia vorrò semplicemente informarti che a me sa tanto che per Di Maio e Salvini il futuro stia tutto nei pochi giorni a venire. Sarà bacio bacio, sarà alleanza tra due opposti? Tra “populisti” ci potrebbe anche stare. Forse! Parlare a loro dell’avvenire significa chiedere di misurare l’infinito con un centimetro. Il che inquadra bene il loro programma di governo. Se il verbo “diventare” li paralizza, è soprattutto perché esprime la preoccupazione o la riprovazione di noi tutti adulti vaccinati. L’avvenire sono loro in peggio di adesso. Ecco come interpreto io le loro mosse, i loro programmi, i loro proclami, proclami che ci appaiono sempre di più come due rette che s’incontrano all’infinito. Ascoltandoli non mi faccio alcuna rappresentazione del tempo, loro “sono” e basta. Li credo nient’altro “mai” e perennemente “sempre”, dove “mai” sta per “incapaci” di condurre la barca Italia fuori dalla tempesta, “sempre” che saranno in difficoltà ogni qual volta si presenteranno importanti decisioni da assumere per le sorti del governo, fino a che il cavallo Italia ad un certo punto davvero non si sbizzarrirà. Se poi immagino solo che dovranno incontrare l’Angela Merkel, cancelliera federale tedesca, capo del governo, donna dalle sette vite, boh!...come faranno a cavarsela?! E Berlusconi? Il Silvio d’Arcore ancora una volta è stato l’ago della bilancia, chi l’avrebbe mai ipotizzato? A me sembra sempre di più che non sì muove foglia che Silvio non voglia. Adesso poi che è stato riabilitato e può tornare in parlamento, “lui” ha dato il via libera alla formazione del governo. Lui che si è fatto da lato, lui che li ha benedetti, perché poi mai? Semplicemente perché la paura delle urne ventilata a lui fa novanta. S’è spaurato, eccome, consapevole che il suo partito avrebbe preso una batosta superiore all’ultima tornata elettorale, in caso di ritorno al voto. Gli altri partiti? Non pervenuti, ma per niente. Al finire chiedo incuriosito: “PUO’ ESSERE, DIRETTORE, CHE I GIORNALISTI DICANO UNA COSA CHE SANNO CHE NON E’ VERA, NELLA SPERANZA  CHE SE CONTINUERANNO A DIRLA ABBASTANZA A LUNGO….SARA’ VERA ???” Se non li promuovono quei due, giuro che questa volta faccio ricorso.                          

Giorgino  Carnevali

168 visite

Articoli correlati