Giovedì, 29 settembre 2022 - ore 20.03

Mea culpa della Cina per l’epidemia globale: ''Siamo stati deboli, è un duro test per noi'' ​​​

«Dobbiamo fronteggiare le mancanze e le debolezze che l’epidemia ha messo in luce, questo è un test importante per il sistema cinese e le sue capacità di amministrazione». Niente strette di mano con le autorità locali o affettuosi incoraggiamenti a favore…)

| Scritto da Redazione
 Mea culpa della Cina per l’epidemia globale: ''Siamo stati deboli, è un duro test per noi'' ​​​

«Dobbiamo fronteggiare le mancanze e le debolezze che l’epidemia ha messo in luce, questo è un test importante per il sistema cinese e le sue capacità di amministrazione». Una rara ammissione di inadeguatezza da parte del Comitato permanente del Politburo, il vertice a sette seggi del Partito comunista cinese presieduto da Xi Jinping. Nessuna immagine accompagna il testo che viene letto in apertura del telegiornale della sera.

Nonostante le parole riportate da tutti i media di Stato, il presidente non appare in pubblico dal 28 gennaio, quando ha incontrato il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della Sanità e ha dichiarato di essere «personalmente a capo» delle decisioni prese per fronteggiare l’epidemia. Poi la leadership è tornata ad essere collettiva.

339 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria