Lunedì, 22 luglio 2024 - ore 10.49

Nota stampa evento Centro di Innovazione Agro Zootecnico Alimentare

Si è discusso di produzione di energia in ambito agricolo

| Scritto da Redazione
Nota stampa evento Centro di Innovazione Agro Zootecnico Alimentare Nota stampa evento Centro di Innovazione Agro Zootecnico Alimentare Nota stampa evento Centro di Innovazione Agro Zootecnico Alimentare

 

Si è svolto Mercoledì 01 Febbraio alle ore 17.00, presso l’Aula Magna del Campus Santa Monica il primo evento dal titolo “La produzione di Energia in ambito agricolo (prima parte): biogas e biometano”.

L’obiettivo del Centro è quello di essere punto di riferimento nazionale e internazionale per la creazione di modelli di sviluppo di una filiera sostenibile, per la formazione delle competenze e l'innovazione delle tecnologie indispensabili ad accompagnare l’evoluzione del sistema verso le nuove sfide di transizione ecologica ed economica, mantenendo i legami con la tradizione riconosciuta del nostro sistema agro zootecnico alimentare.

All’incontro erano presenti circa una sessantina di rappresentanti di aziende ed associazioni del territorio, tra cui Barilla, Timac Agro, Corteva Agriscience, Ocrim, Lameri, Coldiretti, Libera Associazione Agricoltori Cremonesi, Confartigianato e molte altre. Positiva anche la partecipazione delle aziende agricole del territorio.

L’evento si è aperto con i saluti istituzionali da parte del Sindaco di Cremona Gianluca Galimberti, Coordinatore del Comitato di Indirizzo del Centro e con la presentazione della roadmap dei prossimi appuntamenti previsti per il 2023, effettuata da Lorenza Marchi, REI-Reindustria Innovazione e Project Manager del Centro.

Sono intervenute professoressa Francesca Malpei e professoressa Elena Ficara, del Politecnico di Milano – Fabbrica della Bioenergia, parlando di ottimizzazione e innovazione per la produzione di biocompustibili in ambito agricolo

A seguire, professore Erminio Trevisi e professore Andrea Fiorini, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore intervenuti sul tema dei biogestori e valorizzazione dei residui aziendali e dei fertilizzanti rinnovabili.

A seguito di questi interventi si è poi svolto il talk tecnico vero e proprio, che ha messo a confronto le aziende e le associazioni aderenti con le università.

In questa sede si è discusso su quali scarti le aziende immettono nei biodigestori, sulle interferenze nelle fermentazioni utilizzando gli scarti/sottoprodotti, su come influisce la digestione anaerobica sulla composizione degli effluenti zootecnici, su quali trattamenti possono essere eseguiti per valorizzare agronomicamente il digestato e di conseguenza come integrare il digestato nei piani di concimazione.

Ad oggi al Centro aderiscono 3 enti pubblici, 1 ente fieristico, 2 università, 6 associazioni di categoria e 15 imprese – Consorzio Agrario Cremona, Consorzio Casalasco del Pomodoro, Latteria Soresina, Fattorie Cremona, Forno Manini, Fieschi, Torrefazione Vittoria, Ferraroni, Lameri Cereals, Ocrim, Ecocasa, Barilla, A2A, Padania Acque, Corteva agriscience, Timac Agro.

Per partecipare alle discussioni dei talk tecnici, le adesioni sono sempre aperte rivolgendosi al Comune di Cremona (ufficio sviluppo lavoro) oppure a REI-Reindustria Innovazione (innovazione@reindustria.com).

Aperto il dialogo anche per l’adesione degli istituti di credito e degli ordini professionali.

 

564 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria