Martedì, 14 luglio 2020 - ore 20.38

Nudo dal vero: Due laboratori di disegno con modella al MuSa Museo di Salò

Presso il MuSa Museo di Salò, sono organizzati «Nudo dal vero», due laboratori di disegno con modella condotti dal disegnatore Alessandro Alghisi.

| Scritto da Redazione
Nudo femminile di Ennio Morlotti

(opera in prima pagina "Nudo femminile" di Ennio Morlotti, esposta in mostra)

 

Salò, 5 novembre 2019 - Nell'ambito della mostra della Civica Raccolta del Disegno di Salò «La Raccolta senza veli» a cura di Anna Lisa Ghirardi presso il MuSa-Museo di Salò, sono stati organizzati «Nudo dal vero», due laboratori di disegno con modella condotti dal disegnatore Alessandro Alghisi.

 

I laboratori - con la possibilità di partecipare gratuitamente anche a uno solo - si terranno presso il MuSa - Museo di Salò domenica 10 e domenica 17 novembre dalle ore 15:30 e introdurranno all’esercizio sul ritmo, sulla simmetria, sull’equilibrio e sull’armonia, indagando un soggetto con cui da sempre gli artisti celebrano la bellezza del corpo umano e del disegno. Il disegno incarna, infatti, le fondamenta del processo moderno di apprendimento del fare artistico e del concetto di nudo d’autore, tanto che uno studio del nudo eseguito dal vero è definito con il termine “accademia”.

 

La partecipazione ai due laboratori, con la possibilità anche di uno solo delle due giornate, è gratuita, anche se visti i posti limitati è consigliabile la prenotazione via mail a civicaraccoltadeldisegnosalo@gmail.com  o via whatsapp al numero 339- 5275. 797 e l’iniziativa è rivolta a dilettanti e artisti.

 

Nudo femminile di Luigi Broggini, esposta in mostra

 

Nella mostra La Raccolta senza veli è presentata una selezione di trentasei carte più due sculture, tra cui opere inedite acquisite di recente nella Collezione salodiana e tra gli artisti in mostra, vi sono alcuni protagonisti dell’arte italiana del Novecento oltre ad artisti contemporanei attivi nel panorama nazionale e internazionale.

 

Il soggetto principale di questo nuovo allestimento per la Civica Raccolta del Disegno, curato da Anna Lisa ghirardi, è il tema del corpo, che si svela al pubblico in plurime sfaccettature e nelle opere in mostra è possibile rileggere alcuni dei percorsi tracciati dalla storia dell’arte figurativa, dallo studio del nudo come prassi didattica e come disegno preparatorio, alla simbologia religiosa e allegorica sino a quella erotica, nonché alla pura rappresentazione di ciò che siamo.

 

Del resto, la nudità ci pone di fronte a noi stessi, nel corpo si incontrano carnalità e spiritualità, materialismo e ascesi, nascita e morte, caducità e rinascita. La rappresentazione del corpo ha origini nella preistoria e percorre l’arte figurativa per secoli sino all’epoca contemporanea, attraversando svariati generi artistici. In questa sede si ritaglia uno sguardo rivolto in particolar modo al disegno, che nell’ambito del nudo ha estrema importanza, in quanto incarna le fondamenta del processo moderno di apprendimento del fare artistico e del concetto di nudo d’autore.

 

Si attraversa un ampio approccio al tema -con una carrellata di opere italiane che vanno dagli anni Trenta ad oggi- in cui i linguaggi sono molteplici e i riferimenti vanno collocati in un panorama artistico ricco di espressioni individuali indipendenti, nonché di poetiche di gruppi e movimenti (tra cui Neorealismo, Realismo Esistenziale, Pop Art, Nouveau Réalisme, Concettualismo Ironico Italiano,…), tra ricerca estetica e lotta politica, sociale.

 

Redazione Welfare Network : info@welfarenetwork.it

719 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online