Mercoledì, 27 maggio 2020 - ore 18.28

Petronas Yamaha 'ha un posto' per Valentino Rossi

Razlan Razali, boss del team malese, ammette l'interesse per il pesarese: ''È una leggenda vivente, ma nessuno è al di sopra della squadra''

| Scritto da Redazione
Petronas Yamaha 'ha un posto' per Valentino Rossi

Secondo i piani iniziali di Valentino Rossi per il 2020, la prima parte del Mondiale MotoGP sarebbe stata quella in cui avrebbe dovuto decidere se continuare a correre dopo la fine del suo contratto con Yamaha, in scadenza a fine anno, ma la repentina sospensione dei campionati per l'emergenza Coronavirus - ancora ben lungi dall'essere risolta - ha poi impedito al "Dottore" di mettersi alla prova in pista.

Questa imprevista situazione ha impedito a Rossi di sciogliere convintamente le sue riserve, anche se la prospettiva di chiudere la sua illustre carriera con un stagione irrimediabilmente "mutilata" come quella di quest'anno non lo alletta di certo. Tuttavia, nel caso decidesse di continuare, lo sbocco naturale per il 9-volte-iridato dovrebbe essere quello del team "indipendente" Petronas SRT Yamaha, il cui "pupillo" Fabio Quartararo ha già firmato il contratto per sostituirlo nel team factory di Iwata dal 2021.

Le voci sul futuro del campione italiano hanno inevitabilmente tenuto banco in questo periodo di inattività forzata della MotoGP ed il Team Principal del ricchissimo team malese, Razlan Razali, non ha potuto evitare di chiarire da parte sua la questione in una recentissima intervista al sito ufficiale del Motomondiale.

Razali non ha per niente negato la possibilità che Rossi possa approdare nel suo team nella prossima stagione, ma ha messo l'accento su due elementi molti importanti. Il primo è che Petronas Yamaha non ha ancora avuto contatti diretti con l'entourage del pesarese; il secondo è che Rossi, al netto del suo blasone, dovrà comunque dimostrare di essere in grado di lottare per il podio.

Queste le parole con cui il capo del team Petronas SRT Yamaha ha confermato il suo interesse "non incondizionato" per l'asso marchigiano:

"Per un 9-volte-iridato come lui, non sarebbe bello fermarsi dopo quest'anno. Per lui sarebbe meglio continuare e noi siamo nelle condizioni di offrirgli un posto. Lui non è come gli altri piloti, è una leggenda vivente, con 9 titoli di Campione del Mondo e una grandissima esperienza."

"Tuttavia, per noi, nessuno è al di sopra della squadra. Questo è molto importante per me. L'anno scorso è stato fantastico per noi in termini di struttura e di persone, quindi è nostra intenzione attenerci a quel modello. Questo significa che non abbiamo alcuna intenzione di sconvolgere l'intera squadra per una sola persona."

Pur non srotolando il proverbiale "tappeto rosso" di fronte al "Dottore", Razlan Razali ha comunque sottolineato di non aver ancora avuto nessun contatto diretto con lui sulla questione:

"Se Valentino decidesse di continuare, noi non vorremmo che venisse qui solo per fare la passerella del suo ultimo anno. Vorremmo piuttosto che fosse competitivo e capace di combattere per il podio. Questo è molto importante per noi. Quindi, se riuscisse a dimostrare di essere ancora competitivo alla sua età, potrebbe succedere di tutto."

"Ne potremmo discutere, ma fino a quando non gli parleremo si tratta di discussioni inutili. Ad ogni buon conto, abbiamo comunque già avuto dei colloqui con Yamaha per chiarire le questioni tecniche nel caso Valentino venisse da noi. Abbiamo parlato di moto, costi e cose del genere. Abbiamo parlato di questa possibilità anche con [lo sponsor] Petronas, ma sfortunatamente non c'è mai stato un incontro con lo stesso Valentino Rossi."

 

 

FONTE BLOGO.IT

 

177 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria