Sabato, 15 agosto 2020 - ore 12.57

Psicoterapia online ai tempi della pandemia: l’importanza dello psicologo per un italiano all’estero

Gli effetti della pandemia sulla salute mentale della popolazione sono indiscutibili. Ansia, depressione, ipocondria e sintomi nell’ambito dei disturbi alimentari

| Scritto da Redazione
Psicoterapia online ai tempi della pandemia: l’importanza dello psicologo per un italiano all’estero

Gli effetti della pandemia sulla salute mentale della popolazione sono indiscutibili. Ansia, depressione, ipocondria e sintomi nell’ambito dei disturbi alimentari sono alcune delle condizioni che dal lockdown sono notevolmente aumentate. Un recente studio (Codagnone & Gomez, 2020) sulla popolazione di Regno Unito, Spagna e Italia ha ad esempio rivelato come la maggior parte delle persone (in un campionamento di 10.551 persone) si siano sentite depresse e senza speranza per il futuro. Da psicoterapeuta (che dal lockdown in poi ha lavorato online) ho appurato con i miei occhi quanto questa situazione di emergenza abbia inciso sui vissuti dei miei pazienti: angoscia, solitudine, agitazione, paura della morte e della malattia (rispetto a sé o i propri cari), senso di vuoto.

Il virus ci ha messo a dura prova su due fronti: ci ha terrorizzati rispetto a una minaccia reale ma invisibile che si aggira fuori dalle nostre case, e ci ha costretti, stando a casa, a confrontarci con i nostri “demoni interiori”. Oltre alle preoccupazioni materiali (lavoro, affitto, stipendio) ci ha infatti costretti a fare i conti con noi stessi: con nodi irrisolti, paure ancestrali, senso di impotenza. Dunque anche con sofferenze pregresse o conflitti sommersi che, nel momento di sospensione della quarantena, sono affiorati o si sono esacerbati in maniera preponderante.

La terapia online è stata quindi, in questo periodo storico così delicato, un’ottima risorsa per accompagnare le persone ad affrontare tutto questo.

E lo è stata non solo per le persone che vivono nel proprio paese d’origine, ma anche (e soprattutto) per gli italiani che si trovano all’estero, transitoriamente o stabilmente. La terapia online che ho condotto con questa fetta di persone ha avuto infatti lo scopo di aiutare i miei pazienti a fronteggiare ulteriori sfide: oltre ai timori e al senso di smarrimento di fronte alle infinite incognite con cui tutti si sono scontrati, la difficoltà di ritrovarsi lontano. Lontano dalle proprie radici, dai propri cari, dai propri punti di riferimento, dalla propria casa. In una terra straniera, talvolta ospitale, talvolta percepita ancora come “aliena”, distante da sé. E che spesso ha richiesto o richiede tutt’ora tanti sforzi e un faticoso adattamento. In un momento del genere, rinchiusi (chi più chi meno) dentro casa, una terapia online nella propria madrelingua è stata quindi un’ottima risorsa.

Ha significato concedersi del tempo per prendersi cura di sé, per vivere meglio il momento presente ma anche per costruire solide basi per affrontare il futuro.

Potremmo quindi dire che gli individui, nel corso di questa pandemia, si sono ritrovati di fronte a quella che Frankl, psichiatra e filosofo austriaco, ha definito “tragica triade dell’esistenza umana: dolore, colpa e morte”. Ma ogni vissuto doloroso, compresa la percezione della transitorietà dell’esistenza, può spingerci a cercare con maggior fervore il significato potenziale della propria vita. Come dice Fizzotti (2003), possiamo guardare a questa vita come un dono ma anche come un compito, che ci richiede di gioire del bene che può darci ma anche di assumerci la responsabilità di coglierne – nel rispetto di sé e dell’altro – il senso più intimo.

E la psicoterapia è un modo per fare questo: attraversare i momenti difficili rimanendo centrati su se stessi e anzi cogliendo l’opportunità di evolvere.

Marta Di Grado

(Psicologa e Psicoterapeuta online, Esperta in tecniche di Rilassamento e Ipnosi)

https://martadigradopsicologa.it/

https://www.facebook.com/MartaDiGrado/

184 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria