Mercoledì, 03 marzo 2021 - ore 06.23

Rifiuti. Uno Stato illegale

| Scritto da Redazione
Rifiuti. Uno Stato illegale

Aumenta la tassa sui rifiuti ma non viene restituita quella pagata in piu' negli ultimi dieci anni. Le sentenze della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione sono chiare: sulla tassa per i rifiuti (Tia) non si puo' applicare un'altra tassa, cioe' l'Iva. Per anni i cittadini hanno pagato la tassa sulla tassa e questo e' illegale. Come hanno risposto i Comuni alle sentenze delle supreme Corti e alle richieste di rimborso dei cittadini? Con il silenzio. I cittadini chiedono il rimborso di quanto versato ingiustamente, i Comuni chiedono alla Stato il rientro dell'Iva versata. Nessuno risponde. A Roma hanno escogitato  un furbata: dal 2010 hanno eliminato l'Iva ma hanno aumentato di pari importo la Tia. Di rimborso non se ne parla. Come si puo' definire uno Stato e le sue articolazioni che non rispettano le sentenze? Illegale. Noi proseguiamo la battaglia a tutela dei cittadini e per il rispetto della legalita'.
Qui il link con il modulo di richiesta di rimborso dell'Iva indebitamente sottratta dalle tasche dei contribuenti:
http://sosonline.aduc.it/modulo/rimborso+iva+non+dovuta+sulla+tia+tariffa+igiene_20118.php

Primo Mastrantoni, segretario Aduc
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it 
Ufficio stampa: Tel.055290606 – Email: ufficiostampa@aduc.it
Roma, 04 Gennaio 2012

913 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria