Giovedì, 28 ottobre 2021 - ore 20.16

Roberto Mariani (Stagno Lombardo) Lotta al Covid, la priorità deve essere, a mio avviso, la scuola ed il lavoro

La situazione in cui ci troviamo è un qualcosa di già visto e che avremmo volentieri evitato. Rimaniamo stupiti dalla rapidità con cui crescono i numeri dei contagiati, ma in realtà medici e virologi lo temevano da tempo, senza essere dei maghi.

| Scritto da Redazione
Roberto Mariani (Stagno Lombardo) Lotta al Covid, la priorità deve essere, a mio avviso, la scuola ed il lavoro

Roberto Mariani (Stagno Lombardo) Lotta al Covid, la priorità deve essere, a mio avviso, la scuola ed il lavoro

Sono consapevole che questo mio pensiero non sarà certamente condiviso da molti, ma vorrei da sindaco che si è trovato a gestire una emergenza e che rischia concretamente di doverlo rifare, fare una riflessione sulle molteplici ordinanze regionali e Dpcm statali, che tante contestazioni e critiche stanno ricevendo.

La situazione in cui ci troviamo è un qualcosa di già visto e che avremmo volentieri evitato. Rimaniamo stupiti dalla rapidità con cui crescono i numeri dei contagiati, ma in realtà medici e virologi lo temevano da tempo, senza essere dei maghi.

Era chiaro che la situazione sarebbe andata a peggiorare, aora o si trova il modo di arrestare questo processo o siamo nei guai. Io sono convinto che non ci troveremmo di fronte a questa nuova necessità di nuove regole restrittive, se questa estate si fosse prestata più attenzione ad evitare la trasmissione di un virus che non si era sognato né di sparire né di perdere capacità infettante.

Molti comportamenti poco rispettosi in estate hanno fatto da volano alla diffusione anche in regioni fino ad ora marginalmente toccate. Sicuramente la necessaria riapertura delle scuole può aver contribuito ma era giusto ripartire, anche se la trasmissione tra i giovani avviene più fuori che dentro la scuola. Se non vengono mantenute precauzioni e non si sacrifica qualcosa alla vita di sempre, per forza si arriva come si è arrivati alle attuali limitazioni.

La realtà dei fatti ci dice di accettare che alcune cose non sono per il momento possibili. Per questo dico che, e so di subire critice, lo sport di contatto, l'aperitivo e tutto quello che non è essenziale e potenzialmente pericoloso come trasmissione del virus, deve essere evitato per la sicurezza di tutti. Pet questo mi sento di condividere scelte e decisioni anche impopolari, prese da Regione e Governo, per contrastare l'espandersi del virus.

La priorità deve essere, a mio avviso, la scuola ed il lavoro, su tutto il resto si può e ci si deve limitare, anche con sacrifici importanti quali lo sport di contatto, le manifestazioni, le feste ecc..., che in questa fase non sono certo le priorità.

Questo è il mio personale pensiero, ma che credo con assoluta umiltà, possa essere utile per limitare ora, una situazione che rischia veramente di sfuggirci di mano.

683 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online