Lunedì, 16 maggio 2022 - ore 11.42

Un clima più tossico del forno

RIVOLTA D'ADDA

| Scritto da Redazione
Un clima più tossico del forno

A seguito degli avvenimenti e delle perduranti polemiche intorno alla possibile costruzione di un forno crematorio nel comune di Rivolta d’Adda, sentiamo la necessità di intervenire per sottolineare e chiarire alcuni aspetti, nonché richiamare molti - non tutti - a toni e comportamenti più morigerati e rispettosi. Innanzitutto, permetteteci di dire la nostra sul Consiglio Comunale di lunedì scorso. Come tanti cittadini rivoltani, anche gli iscritti e i sostenitori del PD rivoltano si aspettavano risposte dal sindaco e dalla sua maggioranza. Risposte che non sono arrivate. Risposte che servono a tutti per potersi creare una propria opinione fondata su dati scientifici, che la maggioranza avrebbe dovuto dare. Il circolo PD di Rivolta d’Adda continua a non poter esprimere un giudizio né favorevole né contrario alla costruzione di un forno crematorio perché Rivolta Dinamica nega le risposte dovute. La sceneggiata messa in atto nell’ultimo consiglio da Rivolta Dinamica, che ha avuto come interprete principale l’assessore esterno al bilancio Giacomo Melini, è un insulto a tutti i rivoltani. Far sprecare i dieci minuti disponibili per le risposte alle domande della minoranza a Melini, che fa il resoconto degli avvenimenti del 2017, è intollerabile. Ciò che è successo negli ultimi anni è agli atti ed è pubblico, non c’è bisogno che qualcuno lo rispieghi. È noto che nel 2017 Per ulteriori informazioni, preghiamo di contattare: Daniele Cantarini - + 39 340 295 9470 Luca Sala - + 39 349 578 5249 Circolo del Partito Democratico di Rivolta d'Adda È giunta una proposta per la costruzione di un forno crematorio? Se sì, quale è l’azienda? Se già è noto qual è l’impianto proposto, qual è l’impatto ambientale e quello relativo alle dimensioni? Quali dialoghi sono intercorsi con Regione Lombardia in merito a questo tema e come si inserisce questo forno rispetto all’iter di definizione dei fabbisogni regionali? È già stata fatta una valutazione dei rischi e dei benefici che tale impianto può portare sul territorio? L’amministrazione si è confrontata con i sindaci dell’Area Omogenea per comprenderne l’orientamento e agire in ottica di politica territoriale e non strettamente locale? Con quali strumenti l’amministrazione intende confrontarsi con la cittadinanza a riguardo? sia stata fatta una variante al piano regolatore cimiteriale per consentire, citando Melini, “la POSSIBILE costruzione di un forno”. Sta di fatto, però, che attualmente un forno non ci sia e non c’è neanche un progetto esecutivo lasciato dalle amministrazioni Calvi che imponga a Sgroi di costruirne uno. Il sindaco, però, sono settimane che rilascia dichiarazioni dicendosi interessato a portare un forno crematorio a Rivolta (l’ultima intervista è uscita in data 4 febbraio 2022 sul settimanale “Cremasco Week”), dunque delle domande ce le si fa e si vorrebbero delle risposte, che però vengono negate. Oppure, come ha dichiarato il sindaco: “Siamo ancora nel campo del vago”. Allora ci spiegate perché continuate a rilasciare interviste a raffica e a creare allarmismo? Noi delle risposte, da cittadini, le vogliamo. Quindi, visto che il mezzo stampa è l’unico strumento a cui i Dinamici non si sottraggono, chiediamo l’aiuto della stampa e riproponiamo le domande: I metodi e i toni usati durante l’ultimo consiglio comunale e, soprattutto, dopo sui social sono intollerabili. Spiace vedere che una persona, ancorché NON ELETTA, che ricopre uno dei ruoli più importanti nell’amministrazione comunale, utilizzi certe modalità di scherno, ai limiti dell’intimidazione. Un amministratore pubblico, anche Melini, non può e non deve permettersi atteggiamenti del genere perché è tenuto a servire con “disciplina e onore”. Ci appelliamo quindi al sindaco, che si faccia garante di tutte le minoranze presenti a Rivolta, consiliari e non. I cittadini, talvolta sulle sole sensazioni e voci del momento, fanno domande e agli amministratori pubblici spetta rispondere e fornire gli opportuni chiarimenti, oggi sul forno, domani su qualsiasi altro argomento.

212 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria