Martedì, 09 agosto 2022 - ore 13.09

Una favola di Natale

| Scritto da Redazione
Una favola di Natale

Una favola di Natale 
di Alessandra Riccio    
I giornali del mattino mi portano qualche notizia da Haiti. La Repubblica racconta che 300 bambini sono arrivati a Parigi a bordo di un aereo messo a disposizione dallo stato francese, e hanno trovato ad aspettarli le famiglie che, subito dopo il terremoto del gennaio scorso avevano fatto richiesta di adozione. Un buona notizia. Orribile, invece, la notizia su El País che racconta di 45 haitiani, in prevalenza sacerdoti voo-doo, linciati dalla folla che li ritiene responsabili della diffusione del colera. Il governo haitiano cerca di rasserenare gli animi proclamando che  quelle persone non c’entrano con il colera mentre un rapporto delle Nazioni Unite dà credito alla possibilità che quel bacillo asiatico sia penetrato nell’isola attraverso le truppe nepalesi del contingente ONU.
Sul Granma, invece, trovo un articolo che racconta un’altra realtà, né bella né brutta, né caritatevole, né terrificante, che non demonizza gli infelici haitiani né esalta lo spirito benefico dei bianchi. Lo traduco e la ripropongo così come è: una favola di Natale di nuovo tipo, che parla di solidarietà, di intelligenza, di professionalità e di un grande spirito di solidarietà fra i popoli.

per lettere tutto l'articolo clicca qui: http://www.giannimina-latinoamerica.it/

1712 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria