Domenica, 31 maggio 2020 - ore 02.44

Vincenzo Montuori presenta la poetessa cremonese Vanna Cigognini

Per continuare la panoramica sulle poetesse cremonesi, stasera parliamo di Vanna Cigognini che è arrivata tardi alla poesia con un piccolo ma prezioso libretto “Stati d’anima” del 2013.

| Scritto da Redazione
Vincenzo Montuori presenta la poetessa cremonese Vanna Cigognini

Vincenzo Montuori presenta la poetessa cremonese Vanna Cigognini

Per continuare la panoramica sulle poetesse cremonesi, stasera parliamo di Vanna Cigognini che è arrivata tardi alla poesia con un piccolo ma prezioso libretto “Stati d’anima” del 2013.

La voce poetica di Vanna si caratterizza per una sua pensosita’ delicata e quasi timida che guarda alla vita come da un cono d’ombra da cui affiorano smarrimenti e ansie molto umane che la poetessa affronta appellandosi al miracolo della poesia, anche se ella ne riconosce la precarietà.La misura formale da lei preferita è quella del frammento.Vi propongo di lei i seguenti testi:

I

Corro e inciampo

nelle mie distrazioni

taglia labbra

e slega voci

l’esitazione

mentre avanzo

in pozzanghere d’inchiostro

traccio ritardi di ieri

nell’istante di un’alba breve.

II

Il silenzio

aderisce al respiro

transita il corpo

ne tratteggia il contorno

leggera vibrazione del tempo

invade lo spazio

III

Narciso

con quanta leggerezza

calpesti la mia anima

tu, gonfio di parole

che spargi sopra i fogli

per celebrare il tuo splendore

non ne sprechi

per alleviare il mio dolore

E per ultima una intensa poesia dedicata alla madre:

Sul ritratto

in bianco e nero

di mia madre

son sbocciate

rose rosse

sul vestito

VANNA. CIGOGNINI

Maggio 2020

215 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online