Mercoledì, 21 agosto 2019 - ore 06.21

A Pizzighettone uno spettacolo dedicato alla figura di Francesco Sforza

Sabato 4 maggio Davide Tansini narra la congiura ordita da Francesco Sforza per impadronirsi della fortezza sull'Adda

| Scritto da Redazione
A Pizzighettone uno spettacolo dedicato alla figura di Francesco Sforza

S’intitola Pizzighettone 1449: intrigo al castello il primo dei due spettacoli in programma a Pizzighettone nel mese di maggio, dedicati alla figura di Francesco Sforza (1401-1466): il condottiero e signore di Cremona che divenne duca di Milano e signore di Genova, nonché “ago della bilancia” della politica italiana d’inizio Rinascimento.

La sera di sabato 4 maggio (ore 21:00) l’appuntamento sarà con il complotto che permise a Francesco Sforza d’impadronirsi della strategica roccaforte pizzighettonese, aprendosi così la strada verso la conquista di Milano e del suo Ducato.

L’episodio è ambientato durante le guerre che alla metà del XV secolo videro scontrarsi molti stati per il controllo della Lombardia: la Repubblica di Venezia, il Ducato di Savoia, la Repubblica Ambrosiana di Milano e lo stesso Francesco Sforza (marito di Bianca Maria Visconti, unica figlia del duca di Milano Filippo Maria, morto nel 1447).

Lo spettacolo sarà condotto da Davide Tansini ed è organizzato dal Gruppo Volontari Mura. La formula scelta è quella della narrazione storica lungo un percorso a tappe nelle mura pizzighettonesi, illuminate con torce e fiaccole. Lo stile del racconto sarà vivace, ironico e colloquiale.

Tansini descriverà l’intreccio di battaglie, delitti, colpi di scena, cospirazioni che portarono Francesco Sforza a combattere sia la Repubblica di Venezia sia quella Ambrosiana per impadronirsi dello stato milanese.

Fra tutte queste vicende il condottiero incontrò Antonio Crivelli, castellano di Pizzighettone al soldo della Repubblica Ambrosiana. Intuendo l’imminente vittoria di Francesco Sforza, Antonio intavolò una trattativa segreta con il condottiero sforzesco. A fronte di una ricchissima ricompensa in denaro e onori politici, il castellano consegnò il castello sull’Adda a Francesco Sforza, che lo fece occupare il 28 agosto 1449.

Con la conquista di Pizzighettone il condottiero ebbe la strada spianata verso Milano: il mese successivo Francesco occupò Lodi e nel febbraio 1450 entrò da vincitore nel capoluogo lombardo.

Ma lo spettacolo non racconterà soltanto biografie e cronistorie. Davide Tansini tratteggerà lo scenario degli eventi: cucina, cultura, curiosità, tradizioni del Cremonese e della Lombardia rinascimentale.

Il secondo e ultimo spettacolo s’intitolerà Francesco Sforza: l’impresa del potere e si svolgerà sabato 18 maggio (sempre alle 21:00).

Partenza: Ufficio Informazioni di Piazza d’Armi

Biglietto: 5 € (prenotazione non richiesta)

Svolgimento anche in caso di maltempo (percorso in parte entro ambienti coperti)

Info: telefono 349 2203693, web www.tansini.it/it/pizzighettone-1449-intrigo-al-castello.html 

379 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online