Mercoledì, 29 giugno 2022 - ore 11.33

Brescia: AVIS E LO SPORT: 14 giugno 22 GIORNATA MONDIALE DEL DONATORE DI SANGUE

| Scritto da Redazione
Brescia: AVIS E LO SPORT: 14 giugno 22 GIORNATA MONDIALE DEL DONATORE DI SANGUE

Il 14 giugno è la Giornata Mondiale dei Donatori di Sangue, una giornata istituita dall’OMS per ringraziare tutti i volontari che testimoniano con il loro gesto i valori di generosità e gratuità. In Italia, grazie all’opera del dr. Formentano, nel 1927 è nata Avis che con i suoi donatori persegue l’obiettivo di rendere disponibile gli emocomponenti al sistema sanitario per le cure dei malati. La ricorrenza cade nel giorno della nascita di Karl Ernest Landsteiner, capostipite della moderna immunoematologia, poiché nel 1900 ha scoperto tre dei quattro gruppi sanguigni. Questa scoperta ha reso la trasfusione una cura sicura, perché evita che il sangue del donatore possa essere incompatibile con quello del ricevente.

Avis Provinciale di Brescia ha deciso di festeggiare la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue con diverse iniziative:

oggi chi si presenterà presso il centro di raccolta di Brescia per la donazione riceverà un simpatico omaggio

inizia oggi un’iniziativa social, che si concluderà domenica 19, in cui i donatori e volontari Avis potranno pubblicare sui social, taggando l’Avis Provinciale di Brescia, una fotografia o un video che racconti la loro esperienza Avis

nella notte tra il 14 ed il 15 giugno, la Loggia, palazzo rappresentativo della città, sarà illuminata di rosso – grazie alla partecipazione ai festeggiamenti del Comune di Brescia

inizia oggi un percorso di sensibilizzazione dei giovani sportivi rispetto al tema della donazione e dei corretti stili di vita, promosso da Avis Provinciale di Brescia e sostenuto dal Comune di Brescia.

AVIS da sempre crede nei valori dello sport e nella attività fisica come ottimo metodo per avere una vita sana e felice. Lo sport è un bene prezioso, è educazione alla salute e influisce positivamente sulla qualità della vita. Lo sport per tutti è un elemento di unione e di aggregazione, si fonda sul rispetto e sulla partecipazione, non mira al risultato ad ogni costo ma ad una sana competizione. Lo sport per tutti è a misura di persona e tiene conto delle diversità e delle possibilità di ognuno. Inoltre è da sempre un elemento di unione e aggregazione che si fonda sul rispetto e sulla partecipazione.

Questi temi rappresentano il valore dell’Associazione ed i giovani rappresentano, non solo per Avis, il futuro sul quale investire. Nei Comuni della provincia spesso Avis partecipa in qualità di sponsor ai tornei amatoriali ed in alcuni casi è partner di società sportive. Avis Provinciale, ha da qualche anno avviato un percorso di dialogo con due società sportive: la Pallavolo PromoBall di Flero e la Pallamano Leonessa di Castrezzato. In questi anni ci sono stati momenti di incontro nei quali si è parlato di volontariato, cittadinanza attiva, stili di vita sani ed anche donazione di sangue. Sono nati dei nuovi donatori, ma quello che è certo è che si sia seminato nei giovani il valore del dono in senso ampio e del volontariato.

Fare sport aiuta il proprio organismo, aiuta a stare bene. Donare il sangue aiuta gli altri a stare bene, ma si può fare solo se si è in buono stato di salute. Per questo la donazione di sangue e l’attività sportiva hanno da sempre una stretta relazione. Chi fa sport, a tutti i livelli e di tutti i tipi, avendo una buona condizione di salute è il candidato ideale per la donazione di sangue. Inoltre, la donazione, anche per lo svolgimento di sport agonistici, non è controindicata. Con le giuste indicazioni mediche e mettendo in pratica alcuni accorgimenti è possibile praticare sport, anche a livello intenso, senza rinunciare al piacere della solidarietà. Sono proprio questi gli esempi e le testimonianze portate dalla Dr.ssa Camilla Vezzoli, responsabile del SIMT dell’ASST Franciacorta che nel curriculum vanta attività come medico sportivo, Narcisio Paganotti, Presidente della Pallamano Leonessa, e Luca Giacomelli General Manager e Responsabile PromoBall.

Esiste inoltre un altro elemento di comunanza tra l’Avis e lo Sport: la grande passione di chi le guida.

Il Comune di Brescia, molto attivo e sensibile sia al tema dello Sport sia al tema del volontariato, favorisce e sostiene queste iniziative prendendosi l’impegno di creare momenti di incontro tra la realtà dell’Avis e le società sportivi presenti nel territorio.

 

 

 

 

 

 

 

110 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria