Martedì, 16 ottobre 2018 - ore 01.00

Cremona Ex Macello, lotto 2 venduto a Polo Verde srl E Aem acquista 400 mq del nuovo edificio

I tecnici di Aem hanno fatto le necessarie verifiche, il Cda nel tardo pomeriggio di martedì 31 luglio ha ratificato.

| Scritto da Redazione
Cremona Ex Macello, lotto 2 venduto a Polo Verde srl E Aem acquista 400 mq del nuovo edificio

Cremona Ex Macello, lotto 2 venduto a Polo Verde srl E Aem acquista 400 mq del nuovo edificio

 I tecnici di Aem hanno fatto le necessarie verifiche, il Cda nel tardo pomeriggio di martedì 31 luglio ha ratificato.

L’area denominata lotto 2, di 10mila metri quadrati nel complesso dell’ex Macello comunale, accanto al Polo Tecnologico, è stata venduta da Aem Cremona Spa a Polo Verde srl, unico offerente, società presieduta da Roberto Baioni.

L’alienazione è avvenuta a seguito di una procedura di asta pubblica al prezzo di 3.211.ooo euro (il costo a base d’asta era di 3.200.000 euro). Sull'area il Comune aveva lavorato con la vicesindaco Maura Ruggeri e l'Assessore Andrea Virgilio per incentivi e facilitazioni all'insediamento.

L’edificio che verrà costruito, della superficie complessiva di circa 9.500 metri quadrati, dovrà - per bando - avere determinati requisiti prestazionali fra i quali: strutture REI 120; struttura antisismica; elevati requisiti acustici passivi; classe Energetica ≥ A2; edificio a energia quasi zero (certificato NZEB); edificio progettato e realizzato per coprire tramite fonti rinnovabili una percentuale dei consumi previsti per acqua calda sanitaria, riscaldamento e raffrescamento; allacciamento alla rete del Teleriscaldamento della città per la produzione dell’energia complessivamente necessaria per il ciclo invernale (riscaldamento), e in quota parte anche per il ciclo estivo (raffrescamento), con contemporanea produzione di energia da fonte geotermica e fotovoltaica.

Aem si impegna, come previsto nel bando, ad acquistare 400 mq nel nuovo edificio'green' per un valore di 800mila euro. “Un impegno importante - spiegano il Sindaco Gianluca Galimberti e il Presidente di Aem Massimo Siboni - che dimostra il fatto che anche Aem vuole essere protagonista in un comparto della città che rinascendo, favorendo l'insediamento di imprese e il lavoro che rimane e cresce in città,lavoro innovativo e aperto ai giovani, tutto con una forte attenzione all'ambiente e alla sostenibilità. Il nostro grazie agli imprenditori coinvolti: siamo molto contenti che ci siano imprenditori che investono in città. A loro garantiamo, come sempre, il nostro sostegno”.

L’area, dopo essere stata bonificata dall’amianto, in questi giorni è oggetto di un lavoro importante, realizzato da Aem, di abbattimento strutturale per poter consegnare lo spazio pulito e sgombro al nuovo acquirente.

 

197 visite

Articoli correlati