Martedì, 15 giugno 2021 - ore 12.26

DOMANI AL VIA LE VACCINAZIONI PER TUTTI

DAGLI OVER 16 IN POI

| Scritto da Redazione
DOMANI AL VIA LE VACCINAZIONI PER TUTTI

Nuova data da segnare sul calendario. Nuova raffica di vaccini.

Questa volta, da mercoledì 2 giungo, tocca ai lombardi tra i 16 e i 29 anni, per il momento l'ultima categoria prevista dalla campagna vaccinale in Regione.

A partire dalle ore 23:00 del 2 giugno 2021 la piattaforma di prenotazione del vaccino anti Covid-19 sarà accessibile anche ai cittadini appartenenti alla fascia di età 12-29 anni.

Potranno inoltre prenotare il proprio appuntamento i cittadini italiani iscritti all'A.I.R.E., i dipendenti delle Istituzioni dell'Unione Europea, gli agenti diplomatici, il personale delle missioni diplomatiche e di enti e organizzazioni internazionali.

Coloro che appartengono a queste categorie potranno fissare l'appuntamento per la somministrazione del vaccino su prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it

 

 

Le prenotazioni per i trentenni erano state aperte giovedì 27 maggio registrando un boom. Dopo mesi di ritardi e difficoltà, in Lombardia la campagna vaccinale procede finalmente col vento in poppa. E presto, mentre ci si avvia verso la zona bianca, potrebbe riguardare anche i giovanissimi: una volta che anche l'Aifa (Agenzia del farmaco) darà l'ok alla somministrazione del vaccino anti-covid potrebbero essere direttamente i pediatri a somministrare le dosi ai ragazzini tra i 12 e i 15 anni.

In parallelo proseguono le altre vaccinazioni, agli over 40, ai fragili dai 16 ai 59 anni, ai portatori di disabilità grave, ai soggetti estremamente vulnerabili, agli operatori socio sanitari e al personale scolastico. Da mercoledì 2 giugno, tutti i lombardi tra i 16 e i 29 anni potranno prendere appuntamento per ricevere la prima dose del vaccino.

prenotazioni vaccini covid-2

I metodi per prenotare sono sempre gli stessi. Per iscriversi sul sito di Poste - qui il link - sarà sufficiente avere il numero della tessera sanitaria e un cellulare. Sarà anche possibile prenotare da cell center al numero 800894545 o dal Postamat: per farlo basterà raggiungere uno degli sportelli Atm presenti sul territorio, premere il tasto 6 e inserire la tessera sanitaria. Inoltre sarà anche possibile rivolgersi ai portalettere a domicilio e prendere appuntamento con il loro aiuto.

"Io penso che a vaccinare i più piccoli, i ragazzini dai 12 ai 14 anni, debbano essere i pediatri - ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza domenica sera a Che Tempo che fa -. Perché c'è un rapporto di fiducia con i genitori che, visto che stiamo parlando di minorenni, è fondamentale. Domani l'Aifa darà seguito alla decisione di Ema che ha esteso la possibilità di vaccinare con Pfizer anche la fascia 12-15 anni e il nostro obiettivo è di arrivare alla riapertura delle scuole con tutti i dodicenni vaccinati, sperando in autunno di potere avere, dalle rolling review dei farmaci, ulteriori buone notizie per mettere in sicurezza anche i più piccoli".

Le vaccinazioni dei più giovani

Speranza ha aggiunto anche di "guardare con fiducia ragionata" alle riaperture dei prossimi mesi ma ha ancora invitato gli italiani alla prudenza e a continuare ad osservare le regole del distanziamento. "Monitoriamo con grande attenzione le varianti - ha detto Speranza - un recentissimo studio dell'Iss ha rilevato che la variante indiana nel nostro Paese è solo all'1 per cento e proprio oggi ho firmato un'ordinanza che proroga al 25 giugno il blocco degli ingressi in Italia da India, Bangladesh e Sri Lanka. E per fortuna le prime valutazioni hanno dimostrato che i vaccini sono in grado di rispondere perfettamente a queste varianti. Per questo è importantissimo continuare a vaccinare. Siamo a buon punto con le fasce di popolazione più fragile ma i medici non devono smettere di parlare con chi non è convinto e non si è ancora vaccinato".

Il ministro, infine, ha parlato della prospettiva di una terza dose che dovrà essere somministrata tra l'autunno e l'inverno, un richiamo per tutti che sarà quasi certamente effettuato, come accade ogni anno per l'influenza, negli studi dei medici di famiglia. "Passeremo inevitabilmente ad un ritorno all'ordinarietà, dovremo dismettere i grandi centri vaccinali e tornare alle strutture del nostro sistema sanitario di base. I 40mila medici di famiglia saranno la colonna portante", conclude.

Le adesioni in Lombardia

Al 28 maggio le dosi di vaccino somministrate ammontavano a 5.696.634 e nel corso della prima settimana settimana di giugno si dovrebbe arrivare a superare quota 6 milioni. "Si tratta - sottolinea la vicepresidente ed assessore al Welfare, Letizia Moratti - di una percentuale di adesione sulla popolazione vaccinabile molto elevata. Infatti in Lombardia su una platea complessiva di 8.554.100 cittadini, già il 66% ha prenotato la somministrazione e il 45% ha ricevuto la prima dose, per una percentuale di somministrato su adesione del 67%".

In particolare, a seconda delle fasce d'età, in Lombardia le adesioni alla campagna vaccinale sono state le seguenti:

- gli ultra 90enni sono 128.433; gli aderenti e vaccinati sono il 100%;

- gli 80/89enni sono 615.067; ha aderito il 95%; i vaccinati con almeno la prima dose sono il 94% e la percentuale somministrato/adesioni è del 99%;

- i 70/79enni sono 988.111 e gli aderenti sono l’89%; i vaccinati con la prima dose sono l’86% e il somministrato/adesioni è del 97%;

- i 60/69enni sono 1.201.057; ha aderito l’84%; i vaccinati con la prima dose sono il 78% e il somministrato/adesioni è del 93%;

- i 50/59enni sono 1.261.416; gli aderenti sono il 78%, i vaccinati con almeno la prima dose il 36% e il somministrato/adesioni 46%;

- i 40/49enni sono 1.504.315; ha aderito il 66%, i vaccinati con la prima dose sono il 22% e il somministrato/adesioni è del 33%;

- i 30/39enni sono 1.145.186, ha aderito il 51%, i già vaccinati con prima dose sono il 19% e il somministrato/adesioni è del 33%;

- i 20/29enni sono 983.209, ha aderito il 21%, i già vaccinati con prima dose sono il 18% e il somministrato/adesioni è dell’84%;

- i 16/19enni sono 378.782, le adesioni dell’8%, i vaccinati con prima dose sono il 5% e il somministrato/adesioni è del 69%.

zonacheck
271 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria