Giovedì, 18 agosto 2022 - ore 00.24

EFFETTO CAMILLERI TRA IL GIALLO E IL NOIR

Premio letterario Andrea Camilleri per non vedenti e ipovedenti

| Scritto da Redazione
EFFETTO CAMILLERI TRA IL GIALLO E IL NOIR EFFETTO CAMILLERI TRA IL GIALLO E IL NOIR EFFETTO CAMILLERI TRA IL GIALLO E IL NOIR EFFETTO CAMILLERI TRA IL GIALLO E IL NOIR

Sala affollata al Circolo Paolo Bentivoglio dell’U.I.C.I. di Milano, in occasione della Premiazione dei Vincitori del Primo Concorso Nazionale di scrittura in giallo riservato ai disabili visivi. Il Concorso è stato dedicato alla memoria di Andrea Camilleri per la sua grande maestria di scrittore, ma anche per il coraggio e la severità con cui ad affrontato il trauma della perdita della vista in età senile.

I Lions Clubs: LC Milano Nord 92 e LC Casa della Lirica sono stati generosi partner dell’iniziativa, convinti che i disabili visivi raggiungano proprio nella scrittura il massimo grado di autonomia e possano consegnare ad un pubblico di vedenti le chiave di acceso al loro mondo immaginario, facendo cadere quelle barriere intellettuali che separano vedente e non vedente. 

Hanno partecipato all’evento il Presidente del Circolo Erica Monteneri, il Presidente dell’UICI di Milano Alberto Piovani, gli scrittori Rita Iacomino, Massimo Tallone che ha fatto di brillante speaker, i noti giallisti Giorgio Maimone che ha tenuto a battesimo la sezione dei racconti gialli, Flavio Villani che ha tenuto a battesimo i vincitori della sezione Noir.

Le belle voce di Ida Campagnola e Bianca Ramadori, della Compagnia di Lettore, hanno letto brani emozionanti dei racconti dei vincitori, che cui citiamo in ordine decrescente:

-   Per la Sezione Giallo: Carlo Battaglini, Sara Binaschi e D. Doimo, Flavio Fera;

-   Per la Sezione Noir: Greta Carrara, Mario Trapletti, Lorenza Vettor.

Il pubblico ha dimostrato particolare apprezzamento per gli interventi musicale della flautista Antonella Benatti, della clarinettista Sara Mescia, della pianista Elisa Garzo.

La presidente del Circolo, parafrasando la metafora di Baudelaire riferita ai poeti, ha fatto notare che il non vedente nel quotidiano può sembrare incerto e impacciato, ma come l’albatros quando si eleva nella scrittura diventa egli stesso “Signore dello Azzurro”.

La calda atmosfera e l’interesse succitato degli scrittori ci ha colmato di entusiasmo e della speranza che si aprano per tutti noi, giorni più sereni.

 

 

178 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria