Venerdì, 29 maggio 2020 - ore 10.06

L’on. Bindi e la miopia per il domani. ‘Insieme’ non è una lista civetta di Benito Fiori

Nei giorni scorsi , la pur stimabile on. Rosy Bindi non ha giudicato in modo corretto, né capito, la presenza della lista “Insieme” nella campagna elettorale.

| Scritto da Redazione
 L’on. Bindi e la miopia per il domani. ‘Insieme’ non è una lista civetta  di Benito Fiori

L’on. Bindi e la miopia per il domani. ‘Insieme’ non è una lista civetta  di Benito Fiori

Nei giorni scorsi , la pur stimabile on. Rosy Bindi non ha giudicato in modo corretto, né capito, la presenza della lista “Insieme” nella campagna elettorale.

A “Repubblica.tv” ha dichiarato sdegnata che “Insieme” non la voterebbe mai perché vede il ramoscello d’ulivo per richiamare la storia dell’Ulivo ridotto a lista “civetta”. Lista civetta? L’on. Bindi non avrà avuto il tempo per riflettere. Vediamo perché. Prima considerazione, la lista raccoglie due storie politiche, una, quella del Partito socialista italiano, ultracentenaria, e l’altra, quella dei Verdi, quasi trentennale, mentre la terza, “Area Civica”, è nata dichiaratamente per raccogliere i non pochi delusi del PD, altra cosa che è sfuggita all’on., che potrebbero essere tentati dalla astensione. Seconda considerazione, quest’ultima lista, voluta da Romano Prodi e messa in campo da Giulio Santagata, padre e “zio” dell’Ulivo, non è nata per caso, ma perché la spaccatura nel centrosinistra ne ha cancellato l’elemento caratterizzante: la confluenza, e quindi non la esplosione, di più storie politiche del centrosinistra per un progetto di governo del Paese. Insomma, l’on. Bindi non vede, cosa succederebbe nel centrosinistra se vincesse, come è possibile, il centrodestra. Sarà un continuo rinfacciarsi tra PD e LeU la responsabilità della sconfitta, allargando così la ferita nel popolo di sinistra e allontanando i tempi di una indispensabile rappacificazione. Non ha visto, l’on. Bindi, quanto sarà prezioso il ruolo di un elemento mediatore al di sopra delle parti, quello di “Area civica”, ovvero quello di Romano Prodi. Ecco perché è importante votare “Insieme”, perché “Insieme è meglio”. Perché “Insieme” ha le idee chiare su cosa bisognerà fare per tutelare l’ambiente e quanto questa consapevolezza sia importante per il futuro. Non solo, quanto sia iniqua la ripartizione delle risorse nel paese (fonte Oxfam Italia: il 50% più povero degli italiani possiede l’8,5% della ricchezza nazionale netta). Chi c’era a sentire Santagata mercoledì a Palazzo Cattaneo lo può confermare.

Benito Fiori - (Gruppo di lavoro “RiambientiAMOci”)

676 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online