Sabato, 18 agosto 2018 - ore 13.58

Pensioni Le proposte ipotizzate da Governo giallo-verde sono ancora molto confuse di Elena Curci (Cgil Cr)

La CGIL in coerenza con le iniziative sindacali avviate nelle precedente legislatura, chiede al Governo delle risposte concrete sulle pensioni.

| Scritto da Redazione
Pensioni Le proposte ipotizzate da Governo giallo-verde sono ancora molto confuse di Elena Curci (Cgil Cr)

Pensioni Le proposte ipotizzate da Governo giallo-verde sono ancora molto confuse di Elena Curci (Cgil Cr)

La CGIL  in coerenza con le iniziative sindacali avviate nelle precedente legislatura, chiede al Governo delle risposte concrete sulle pensioni.

Vogliamo una vera riforma previdenziale che superi la legge Fornero .

Le proposte contenute nel  contratto del nuovo Governo non rispondono a questa sfida, la QUOTA 100  si potrà ottenere solo con un minimo di 64 anni di età e 36 anni di contributi, previo ricalcolo contributivo dei periodi dal 1996 in poi. Il paletto dei 64 anni d’età e dei 36 anni di contributi di fatto penalizza tantissime persone, perché presuppone il ricalcolo contributivo di tutto il montante e una carriera lavorativa molto costante, introducendo livelli che pochissimi lavoratori possono raggiungere”.;

La pensione anticipata quota 41, invece, potrà essere ottenuta soltanto con 41 anni e 5 mesi di contributi  e si prospetta l'ipotesi di un ricalcolo contributivo che determinerebbe una forte penalizzazione,inoltre il paletto relativo al massimo di due o tre anni di contribuzone figurativa (malattia, disoccupazione, cassa integrazione, servizio militare, congedi di maternità e congedi parentali….) penalizzerebbe molti lavoratori. Anche se  un giudizio  complessivo  potrà essere dato solo in occasione della diffusione del testo ufficiale del Governo  "Se dovessimo basarci sulle notizie apparse sui giornali  la nuova riforma non prevede  la cancellazione della legge Fornero". Ci auspichiamo che il Governo riapra un confronto con il sindacato per definire un nuovo sistema previdenziale sostenibile socialmente che sappia tenere insieme tutte le generazioni, essere equo e incardinato sul pilastro pubblico.

Elena Curci Segreteria Cgil Cremona

256 visite

Articoli correlati