Sabato, 24 luglio 2021 - ore 18.28

Riflessione sull'intervento di Fedez su RAI 3

Riflessione sull'intervento di Federico Lucia sul palco di Rai 3 in occasione della festa del primo Maggio

| Scritto da Redazione
Riflessione sull'intervento di Fedez su RAI 3
Ieri sera Fedez è salito sul palco di Rai 3, ha fatto un intervento a favore dei lavoratori dello spettacolo e contro i disumani leghisti che hanno detto frasi del tipo "Se avessi un figlio gay lo brucerei nel forno..." E tante altre frasi simili che non starò qui a riprendere, semplicemente ha distrutto la lega e gli oppositori dell'aborto in due minuti netti.
Un conto è la libertà di pensiero e un altro conto sono i diritti umani.
La lega ha pensato bene non di prendere le distanze da quei disumani ma bensì di attaccare Fedez perché indossava un cappellino brandizzato. (Strategie politiche degne di accademia ma tralasciamo)
Fedez può aver sbagliato il contesto, può aver indossato un cappellino brandizzato, può aver scritto testi in passato che non erano l'emblema del politically correct fatto sta che a partire da Giuseppe Conte mezza sinistra italiana è stata costretta a riprendere e ripostare Fedez e altri artisti su argomenti super delicati.
In tutto ciò i cari politici di destra attaccano il rapper perché dovrebbe cantare e non fare politica.
Il vero problema è che se deve fare politica Fedez in Italia è perché non esiste qualcun'altro che lo faccia, chi è al potere è lì solo per i propri interessi.
Fedez è gay? Fedez è di colore? Fedez è donna? O io lo sono? No, Fedez non è niente di tutto ciò semplicemente non resta indifferente come molte altre persone mettendoci la faccia. E no tranquilli non credo proprio con i milioni che ha nel conto in banca abbia bisogno di soldi o visibilità. Dovremmo tutti esporci un po' di più. Voglio vivere in una società diversa da questa, e così vorrei che facessero i miei futuri figli nel caso decidessi di averli.
E per quelli che "Eh ma i bambini con due genitori gay non crescono bene" vi ricordo che c'è gente come Salvini o Pillon che è cresciuta con mamma e papà ma sinceramente i risultati non mi sembrano così perfetti.
È incredibile che ci sia gente che ancora nel 2021 sostenga che se sei un cantante non devi fare politica ( invito tali persone a documentarsi su come è nato il rap e cosa vuole trasmettere), semplicemente chiunque può dire la sua opinione ed accettare anche eventuali contestazioni.
C'è la politica e ci sono i diritti umani, sono due cose diverse.
1470 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria