Martedì, 16 aprile 2024 - ore 09.20

Southstream: al via il gasdotto di Putin e Berlusconi

| Scritto da Redazione
Southstream: al via il gasdotto di Putin e Berlusconi

 

Il Presidente russo apre la realizzazione della conduttura con una cerimonia solenne. Contrarie al progetto Turchia e Commissione Europea.

16 Miliardi di Euro per costruire il gasdotto più costoso al mondo ed aumentare la dipendenza energetica dell'Europa dalla Russia. Venerdì, 8 Dicembre, il Presidente russo, Vladimir Putin, ha inaugurato l'avvio dei lavori per la costruziome del Southstream.

Presenti all'inaugurazione, avvenuta in maniera solenne nella città di Anapa, nel sud della Russia, anche il capo del monopolista nazionale russo del gas Gazprom, Alexei Miller,  l'Amministratore Delegato del colosso Italiano ENI, Paolo Scaromi, gli esponenti delle altre due co panie coinvolte nel progetto, la tedesca Wintershall e la francese EDF.

Inoltre, all'evento hanno anche presenziato rappresentanti politici dei Paesi interessati dal gasdotto.

Degna di nota e la dichiarazione del Ministro dell'Energia turco, Tainer Yildiz, che ha illustrato come la Turchia non intenda prendere parte al Southstream, ma sostenere il piano di diversificazione delle forniture di gas varato dalla Commissione Europea per trasportare direttamente  in Europa gas dall'Azerbaijan.

Noto anche come Gasdotto Ortodosso, il Southstream e una conduttura progettata per veicolare 63 Miliardi di metri cubi di gas all'anno dalla Russia all'Austria attraverso il fondale del Mar Nero, Bulgaria, Serbia, Ungheria, Slovenia e Italia.

A prescindere dalla questione del gas, il Southstream e  un progetto politico volto a rafforzare l'egemonia della Russia sull'Europa in ambito energetico. Il Gasdotto Ortodosso blocca il trasporto diretto di gas in Europa, ed aumenta la dipendenza dell'Europa dalle forniture di gas della Russia - che ad oggi coprono il 40% del fabbisogno del Vecchio Continente.

La nascita del Southstream e legata ad un accordo personale stretto nel 2008 tra il Presidente russo, Vladimir Putin, e l'ex-Premier italiano, Silvio Berlusconi, a cui hanno successivamente dato il loro appoggio l'ex-Presidente francese Nicolas Sarkozy e il Capo di Stato serbo, il filorusso Tomislav Nikolic.

La contesa tra socialdemocratici e verdi in Germania

Come riportato da Gazeta Wyborcza, tra i sostenitori del Southstream figura anche la SPD tedesca. Il Leader dei socialdemocratici tedeschi, Henning Voscherau, e Stato nominato da Putin a capo del coordinamento dei lavori per la costruzione del Southstream.

Differente in Germania e la posizione dei verdi. Il Leader storico dei Grune, Joschka Fischer, e un acceso sostenitore del Nabucco: una delle due infrastrutture concepite dalla Commissione Europea ler trasportare gas azero in Europa.

Lecito ricordare che il Southstream e fortemente criticato dall'Unione Europea, che vede nel Gasdotto Ortodosso un pericolo per l'indipendenza energetica dei Paesi UE e  la sicurezza nazionale per gli Stati del Vecchio Continente.

Matteo Cazzulani

 

1481 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria