Mercoledì, 22 gennaio 2020 - ore 08.35

Uisp. Intervista a D. Conti

| Scritto da Redazione
Uisp. Intervista a D. Conti

LO SPORTPERTUTTI UISP AL FORUM SOCIALE MONDIALE. ATTIVITA' RICREATIVE E DIBATTITO. GRANDE ATTENZIONE AL RAPPORTO TRA SPORT E MIGRAZIONI. Intervista a D. Conti  Nel 2001 a Porto Alegre in Brasile, si tenne il primo Social Forum Mondiale; dal 6 all'11 febbraio, sarà Dakar, la capitale del Senegal, ad ospitare la decima edizione del Forum a cui parteciperanno movimenti e organizzazioni provenienti da tutto il globo unite dall’idea che “un altro mondo è possibile”. Tra queste, come già per le edizioni di Nairobi e Belem, ci sarà anche l’Uisp.

“L’Africa e in particolare Dakar ha un suo modo peculiare di approcciare e organizzare i grandi eventi – ci spiega in collegamento telefonico da Dakar Daniela Conti del Dipartimento internazionale dell’Uisp - La preoccupazione lascia posto al sorriso mentre si montano gli stand per le associazioni in arrivo. E in un contesto globale segnato dalla crisi economica, finanziaria, ambientale e demografica, porteremo al Social Forum i nostri valori gestendo il villaggio dello Sportpertutti che ha trovato collocazione presso la Facoltà di Giurisprudenza del campus universitario. Il villaggio, che sarà inaugurato il 6 febbraio, sarà dotato di un campo di calcio e due di pallavolo. Sarà un luogo aperto a tutti dove si svolgeranno attività sportive e ricreative: tornei amichevoli, giochi tradizionali, danza, ginnastica, dodgebal, ma anche workshop e convegni. In particolare mercoledì 9 febbraio ospiteremo dei lottatori di lotta senegalese dell’associazione sportiv a del quartiere Parcel, che intratterranno i presenti con un torneo-esibizione in costume tradizionale”.

“Domenica 6 e lunedì 7 febbraio approderemo invece con gli operatori delle Leghe Uisp provenienti da Foundiougne sull’isola di Goreè per attivare una due giorni di corsi di primo soccorso in mare e di avvicinamento all’acqua, rivolti ai ragazzi e ai bambini del posto. Sulla scia del successo dell’iniziativa Uisp nel villaggio di Foundiougne – prosegue la Conti - il comune di Goreè ci ha chiesto di replicare l’esperienza sull’isola incentrando l’intervento sulla riscoperta dell’ambiente acqua e sulla possibilità di entrarvi e nuotare in piena sicurezza. Siamo orgogliosi di poter operare a Goreè, un’isola dichiarata dall’Unesco nel 1978 “patrimonio mondiale dell’umanità” in quanto simbolo della schiavitù delle popolazioni nere. Il luogo da cui partivano le navi negriere sarà a livello simbolico il trait d’union con la lotta che l’Uisp persegue contro la politica dei respingimenti”.
Per informazioni sulle iniziative del Villaggio dello sportpertutti Uisp al Forum sociale mondiale, clicca qui
(S.S.A.)

1158 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria