Giovedì, 12 dicembre 2019 - ore 16.51

VOGA SOLIDALE: da Venezia un messaggio di solidarietà soggetti affetti da autismo

E’ giunta a Venezia VOGA SOLIDALE 2016, l’iniziativa di 6 vogatori legati a Fondazione Sospiro, che hanno percorso il Po per solidarietà da Cremona a Venezia

| Scritto da Redazione
VOGA SOLIDALE: da Venezia un messaggio di solidarietà soggetti affetti da autismo VOGA SOLIDALE: da Venezia un messaggio di solidarietà soggetti affetti da autismo VOGA SOLIDALE: da Venezia un messaggio di solidarietà soggetti affetti da autismo VOGA SOLIDALE: da Venezia un messaggio di solidarietà soggetti affetti da autismo

VENEZIA – È giunta a Venezia VOGA SOLIDALE 2016, l’iniziativa a scopo benefico promossa da alcuni volontari che hanno percorso il Po da Cremona fino alla città dei canali e delle gondole. Quattro giorni di fatica, condizioni metereologiche avverse, momenti di stanchezza e difficoltà, ma anche e soprattutto un viaggio di gioia e di scoperta: di se stessi, del fiume, del suo popolo e della solidarietà che si è diffusa tra gli uomini che vivono le rive del Po.  Partendo da Cremona e passando da Viadana, Sermide, Porto Viro fino a Venezia, in un percorso di oltre 300 km su due iole a remi, i vogatori Enrico Passeri, Nicola Bergamaschi, Cristiano Scanacapra, Matteo Turisano, Roberto Libanore, Giampaolo Iondini hanno sperimentato la fatica della voga e la gioia di sacrificarsi per gli altri.

“È stato un viaggio bellissimo – ha raccontato uno stanco ma emozionato Enrico Passeri, ideatore dell’iniziativa – abbiamo faticato, talvolta avuto momenti di stanchezza e di tensione, ma siamo riusciti a superarli e a giungere alla meta. Abbiamo sperimentato la solidarietà del grande fiume, siamo sempre stati accolti a braccia aperte, sostenuti e aiutati. Siamo felici di aver dato il nostro contributo per i progetti di inclusione lavorativa dei soggetti autistici”.

Ad accompagnare i vogatori si sono uniti anche alcuni volontari e soci dell’Associazione Cremona nel Sociale, guidati da Massimo Mussi su canoa.

I PROMOTORI – Promotori di questa iniziativa, oltre a Fondazione Sospiro che ha voluto sostenere la proposta di Passeri, è stato il Lions Club Vescovato che fin da subito ha creduto nel progetto e collaborato nella sua organizzazione, in particolare il Presidente Giacomo Spedini, il segretario Mauro Bosio e il socio Gianvito Chirico. Insieme al Lions Vescovato sono stati fondamentali i contributi della protezione civile di Sospiro, grazie all’impegno di Silvio Garavelli, che ha contribuito a risolvere i problemi di logistica, Canottieri Bissolati, che ha accolto i vogatori e li ha aiutati nell’allenamento durato due mesi sotto la supervisione di Mario Simonetto. Prezioso anche l’aiuto di Armando Catullo presidente della FICSF e di Luciano Bonzoni che ha fornito la barca di appoggio che ha accompagnato i vogatori lungo il percorso, pilotata da Vacchelli e Centofanti.

VOGA SOLIDALE CONTINUA – L’iniziativa realizzata dai vogatori non si ferma però all’arrivo a Venezia. Verranno organizzate nei prossimi mesi delle serate per raccontare il viaggio e spiegare le finalità della raccolta fondi, destinata a progetti di inclusione lavorativa di soggetti affetti da sindrome dello spettro autistico.  Per chi volesse contribuire è stata realizzata una maglia celebrativa che è disponibile in vendita presso la segreteria di Fondazione.

786 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online