Sabato, 08 ottobre 2022 - ore 00.34

Caritas.Somalia, catastrofe umanitaria

| Scritto da Redazione
Caritas.Somalia, catastrofe umanitaria

Caritas.Somalia, catastrofe umanitaria
Benedetto XVI richiama l'attenzione sull'emergenza nel Corno d'Africa. Mobilitata la rete
Caritas per la regione. Al via un programma globale di aiuto d'urgenza. Caritas
Ambrosiana, con Caritas Italiana, lancia una raccolta fondi per sostenere i progetti
Dopo la siccità, la pioggia. Non conosce tregua la Somalia. Domenica su questa tragedia anche il Pontefice
ha voluto richiamare l'attenzione dei fedeli.

«Con profonda preoccupazione seguo le notizie provenienti dalla regione del Corno d'Africa e in particolare
dalla Somalia, colpita da una gravissima siccità e in seguito, in alcune zone, anche da forti piogge, che
stanno causando una catastrofe umanitaria. Innumerevoli persone stanno fuggendo da quella tremenda
carestia in cerca di cibo e di aiuti - ha detto papa Benedetto XVI durante l'Angelus-. Auspico che cresca la mobilitazione internazionale per inviare tempestivamente soccorsi a questi nostri fratelli e sorelle già
duramente provati, tra cui vi sono tanti bambini. Non manchi a queste popolazioni sofferenti la nostra
solidarietà e il concreto sostegno di tutte le persone di buona volontà».
Secondo di dati dell'Onu, quella che sta affliggendo il Corno d'Africa è la peggiore siccità degli ultimi 60 anni.
Dopo due anni di precipitazioni ai minimi storici, il prezzo del cibo e dell'acqua è salito alle stelle in tutta la regione. Si stima che non riescano a far fronte alle necessità quotidiane 3,2 milioni di persone in Kenya, 2,6 in Somalia, 3,2 in Etiopia 117 mila a Gibuti. A soffrire sono soprattutto i bambini: in Somalia, in particolare, uno su tre è denutrito.
E, proprio in questo paese, paradossalmente ora è l'acqua troppo abbondante a
causare problemi: le piogge torrenziali cadute negli ultimi giorni stanno aggravando una situazione già oltre il limite.

La rete Caritas si è attivata per rispondere in modo adeguato e tempestivo a questa crisi.
In Somalia, Caritas Somalia attraverso l'operazione Lifeline, raggiunge con aiuti d'urgenza 7 mila persone,
di cui 1.400 bambini e anziani. Inoltre la rete Caritas sta offrendo assistenza a 70 mila persone seminomadi nel Somaliland Orientale. Importanti iniziative sono in corso anche in Kenya, in Etiopia, in Eritrea.
A rafforzamento delle azioni già avviate la rete Caritas sta predisponendo un programma globale d'aiuti
d'urgenza per i quattro Paesi. Nelle prossime settimane ne è previsto il lancio.

Caritas Italiana da anni è impegnata nel Corno D'Africa, in collaborazione con le chiese locali, in ambiti
diversi: la salute, la lotta all'esclusione sociale, l'istruzione. In occasione di questa emergenza è in costante contatto con le Caritas Africane attive nei paesi colpiti dalla siccità.
Caritas Ambrosiana, in collaborazione con Caritas Italiana, ha aiutato la popolazione dei villaggi della
regione di Meki in Etiopia a riattivare i pozzi per l'acqua e ha contribuito a progetti in ambito educativo.

Per sostenere concretamente i progetti in corso puoi effettuare una donazione nei seguenti modi:
- donazione diretta presso l'Ufficio Raccolta Fondi in via San Bernardino, 4 a Milano (orari d'ufficio)
- conto corrente postale n. 13576228 intestato a Caritas Ambrosiana ONLUS
- conto corrente bancario presso l'ag. 1 di Milano del Credito Artigiano e intestato a Caritas Ambrosiana
ONLUS IBAN: IT16 P 03512 01602 000000000578
- tramite carte di credito telefonando al numero 02.76.037.324 in orari di ufficio (vedi sopra) o collegandosi al sito www.caritas.it

Causale delle offerte (detraibili fiscalmente):
"Emergenza Corno d’Africa"
Milano, 18 luglio 2011 Ufficio stampa: Cooperativa Oltre 02.67479017; F.Chiavarini 347.4205085

1636 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria