Lunedì, 27 gennaio 2020 - ore 11.34

Dal 3 ottobre il Tai chi chuan, arte di lunga vita, arriva alla palestra della Scuola Botticelli

Dal patrimonio della cultura tradizionale cinese, il Tai chi chuan della Scuola Tung, tramandato da maestri di generazione in generazione per sviluppare il perfetto equilibrio tra corpo, mente e spirito.

| Scritto da Redazione
Dal 3 ottobre il Tai chi chuan, arte di lunga vita, arriva alla palestra della Scuola Botticelli

La storia:

Le origini del Tai chi chuan si confondono tra storia e leggenda. Secondo una delle versioni più accreditate la sua nascita risale intorno al XII sec. ad opera del monaco taoista Zhang San Feng, esperto di arti marziali, che unì ai principi di autodifesa le antiche tecniche di meditazione, sviluppo energetico e controllo del respiro trasformando di fatto una disciplina da combattimento in un metodo per lo sviluppo interiore e l’allungamento della vita. Altre fonti storiche lo fanno risalire tuttavia alla famiglia Chen del villaggio Chenjiagou, nell’Henan, che per lungo periodo tramandò in segreto il sapere dell’arte solo all’interno dei membri della propria famiglia. Il Tai chi chuan oltrepassa la soglia della famiglia Chen con Yang Luchan, unico allievo esterno ammesso alle lezioni per la sua sorprendente bravura, che per primo insegnò ai membri della corte imperiale di Pechino e alle sue guardie, ma è solo grazie a Yang Chen Fu, ultimo dei grandi esponenti della famiglia Yang, che vennero eliminati i movimenti di difficile esecuzione per permettere questa pratica a persone di tutte le età, anche anziane, e agli appassionati non professionisti. Da tecnica di combattimento il tai chi chuan divenne una disciplina psicosomatica e una ginnastica diffusa in tutto il mondo ma soprattutto una tecnica terapeutica e di prevenzione molto diffusa in Cina. 

Principi filosofici

Basato sulla filosofia taoista, il concetto di Taiji rimanda a libri di profonda saggezza come l’Yi Ching e il Tao te ching, alla teoria dello yin e dello yang e dei 5 movimenti. Secondo quest’ antica visione, dalla suprema vacuità o Wuji, lo yin e lo yang si sono combinati fra loro con trasformazioni infinite e hanno dato origine a tutte le cose. È quindi di questi “soffi vitali” e delle sue leggi che è fatto il mondo, e l’uomo, parte integrante di cielo e terra, per mantenersi in buona salute e arrivare al compimento di tutte le sue stagioni, vi si deve conformare.

Benefici

Secondo la medicina tradizionale cinese, la malattia e gli stati di disagio psichico ed emozionale non sono altro che il manifestarsi di uno squilibrio Yin/Yang. Lo scopo del tai chi chuan è proprio quello di stimolare il libero fluire dell’energia in tutto il corpo per fare in modo che la persona ritrovi da sola il giusto equilibrio dei soffi e di conseguenza un profondo senso di benessere. Oggi diversi studi hanno confermato la capacità del tai chi chuan di influire positivamente sul sistema cardiocircolatorio, muscolo scheletrico e neurovegetativo. Alleviamento di dolori a schiena e collo, scioglimento delle rigidità articolari, miglioramento di insonnia, stati ansiosi o malesseri legati allo stress, aumento dell’equilibrio e della memoria e un generale stato di benessere, resistenza e vigore, sono solo alcuni degli effetti positivi confermati oggi da innumerevoli studi scientifici che si possono riscontrare già dopo una pratica costante di poche settimane. Ma la bellezza dell’arte non risiede solo nelle sua capacità di prevenzione e cura delle malattie ma nella profondità di ciò che può essere trasmesso e percepito attraverso il corpo che è il veicolo di qualcosa di più sottile e invisibile. È infatti la parte indicibile la più preziosa e misteriosa, legata alla capacità della singola persona di “sentire” attraverso l’osservazione e il tocco. Per questo è fondamentale una relazione diretta tra maestro e allievo. L’allenamento è svolto in silenzio poiché il vero segreto e il fascino di questa disciplina è nascosto in una pratica individuale perseverante e diligente, sorretta da una mente vuota e concentrata, l’unica in grado di svelare la vera conoscenza di se stessi e dell’altro che sono il vero dono e il risveglio della gioia del cuore.

Orari

Ogni Lunedì e Giovedì dalle 20:00 alle 21:00 presso la palestra della Scuola Botticelli, Via Gran Bretagna 54 - Firenze. 

Ogni Lunedì e Giovedì ore 9:30/10:30 c/o associazione culturale Magma Via Boccaccio 38m rosso - Firenze

Associazione Fiorentina di Tai chi chuan a.s.d.

Cell 3476462047 e - mail eleo.infotaichichuan@libero.it

www. Facebook.com/associazionefiorentinaditaichichuan

1216 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

UAO, la prima radio per bambini

UAO, la prima radio per bambini

Si accendono ad Arezzo le frequenze di Radio UAO, la prima web radio dedicata esclusivamente ai bambini. Questo innovativo progetto ha preso il via con un portale web e con un palinsesto pensato per i più piccoli che, tutti i giorni e per tutto il giorno, trasmetterà musiche, canzoni, filastrocche, storie, attività e giochi volti a far vivere momenti di divertimento e di intrattenimento per tutta la famiglia. Il progetto trova origine da un'intuizione di Marco Casini, aretino e padre di cinque figli che ha ideato questo innovativo canale pensato sui tempi e sui bisogni dei bambini e capace di favorire una loro educativa interazione con i genitori. Uao è ideato anche come uno strumento per condividere esperienze e creatività attraverso il contributo di tutti gli utenti, dando vita ad una radio unica nel suo genere nel panorama nazionale che ha già riscosso ascolti, apprezzamenti e contributi dall'Italia e dall'estero.