Giovedì, 15 aprile 2021 - ore 03.54

DI MAIO IN BOSNIA ERZEGOVINA

| Scritto da Redazione
DI MAIO IN BOSNIA ERZEGOVINA

Lasciato il Montenegro, il Ministro degli esteri Luigi Di Maio è da ieri sera in visita in Bosnia Erzegovina.

Fitta l’agenda degli incontri, iniziati ieri e proseguiti oggi.

Primo incontro in programma quello con il Comandante EUFOR-Althea, Alexander Platzer e il Comandante NATO Eric Folkestad, durante il quale il Ministro ha reso omaggio al contributo della comunità internazionale alla stabilizzazione della Bosnia-Erzegovina.

Quindi Di Maio ha portato il suo saluto al contingente italiano impiegato nella missione EUFOR: “ho voluto porgere, a nome del Governo e di tutti gli italiani, profonda riconoscenza ai nostri militari, per il loro eccezionale impegno al servizio della pace e della stabilità in questo Paese, e per lo straordinario lavoro che portano avanti con professionalità e altissimo senso dello Stato”, ha scritto su facebook il ministro. “Sono donne e uomini che continuano a servire l’Italia anche all’estero, lontani dai propri cari e in una situazione ancora più difficile a causa della pandemia. Grazie di tutto!”.

“Proficuo”, riporta la Farnesina, lo scambio di vedute avuto con il Rappresentante Speciale UE Sattler al quale Di Maio ha espresso il “convinto sostegno” dell’Italia a una prospettiva europea per la Bosnia-Erzegovina e al ruolo dell’UE nella regione dei Balcani Occidentali.

Di riforme il Ministro ha discusso con l’Alto Rappresentante Valentin Inzko cui ha ribadito sia il “pieno sostegno” dell’Italia al ruolo dell’ufficio da lui presieduto che la necessità di promuovere una “concreta agenda” di riforme e riconciliazione in Bosnia-Erzegovina per garantire la pace e la stabilità nella regione.

La giornata di oggi è iniziata con l’incontro con la Presidenza tripartita: Milorad Dodik, Željko Komšic e Šefik Džaferovic. Al centro del colloquio: le relazioni bilaterali tra Italia e Bosnia e Erzegovina e l’incoraggiamento e il sostegno italiano alle riforme necessarie per avvicinare la Bosnia Erzegovina all’Unione Europea.

Quindi, il Ministro ha incontrato il Collegio Congiunto dell'Assemblea Parlamentare. Al centro del colloquio: gli sforzi per rilanciare il processo di integrazione in Bosnia Erzegovina in uno spirito di piena riconciliazione nazionale. Ultimo incontro ufficiale quello con il Presidente del Consiglio Zoran Tegeltija e il Ministro della Giustizia Josip Grubeša con cui Di Maio ha parlato di relazioni bilaterali, migrazioni, solidarietà e coordinamento europeo per combattere il covid19. Al centro dei colloqui anche la cooperazione regionale per la crescita e l’integrazione. (aise) 

137 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria