Lunedì, 03 ottobre 2022 - ore 07.31

Grande debutto del Padiglione Italia alla fiera internazionale MSR Expo in Cina

Punto Zero International si riconferma anche per il 2017 partner della manifestazione che offre nuove opportunità di business alle eccellenze italiane

| Scritto da Redazione
Grande debutto del Padiglione Italia alla fiera internazionale MSR Expo in Cina

La provincia del Guangdong, nel sud della Cina continentale, ha ospitato per il terzo anno consecutivo la fiera internazionale 21st Century Maritime Silk Road International (MSR) Expo di Dongguan, una manifestazione che stimola lo sviluppo di nuove relazioni commerciali, godendo di una vetrina eccezionale: l'ultima esposizione ha attratto più di 1500 espositori e buyer provenienti da 73 Paesi stranieri, accogliendo oltre 230 mila visitatori e si è confermata un appuntamento profittevole per stringere nuovi accordi. 

Giunto alla sua terza edizione, l’evento fieristico internazionale che si è da poco concluso, ha favorito quest’anno la presenza di aziende italiane specializzate nei settori food, beverage , cultura e turismo e accolto per la prima volta il Padiglione Italia, allestito e organizzato da Punto Zero International - specializzata nell’organizzazione di eventi internazionali con esperienza pluriennale nei rapporti commerciali in Cina - che si riconferma per il 2017 quale partner ideale per la gestione dei rapporti con l’Italia.

Protagoniste del Padiglione Italia ben 63 aziende provenienti da tutto il territorio italiano, in rappresentanza delle eccellenze dei settori food, beverage cultura e turismo. Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Toscana, Molise, Basilicata, Puglia, Calabria e Sicilia: da Nord a Sud le regioni del Belpaese hanno portato le proprie specialità e, in particolare, olio extra vergine, vino, caffè, cioccolato, preserve alimentari, verdure sottolio, sughi alimentari, confetture, prodotti da forno, dolci e panettoni. 

Durante la manifestazione si è tenuto anche l’Italian Salon, un evento speciale di degustazione organizzato presso il cooking show del Padiglione Italia, dove 18 aziende selezionate tra i vari espositori hanno presentato i loro prodotti ai buyer di rilievo invitati dalla fiera quali il Dongguan City Department Store Co, Dongguan City Diamond Fashion shopping Plaza, Guangdong Jia Rong Supermarket, Rainbow Shopping Centre e altri.

Hanno partecipato all’inaugurazione del Padiglione Italia: la delegazione governativa, il Sindaco Città di Dongguan Mr. Liang Weidong, il segretario generale del comitato organizzativo fiera MSR Mr. Chen Zongquio, il direttore del Dipartimento del Commercio della Provincia del Guangdong, Mr. Wujun.

“Per le imprese italiane MSR Expo è stata un’opportunità per esporre e commercializzare i propri servizi e prodotti, aumentare il valore di importazione ed esportazione, relazionandosi con un mercato internazionale – spiega Sabrina Pistolato, responsabile del Padiglione Italia e General Manager di Punto Zero International. Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti e lieti di annunciare che Punto Zero è stato riconfermato come organizzatore del Padiglione italia anche per l’edizione del prossimo anno.”

L’MSR Expo supporta la manovra strategica One Belt One Road (OBOR), lanciata nel 2014 dal presidente Xi Jingping per promuovere le infrastrutture, lo sviluppo economico commerciale, il turismo e i progetti di cooperazione culturale tra Guangdong e i Paesi lungo la Via della Seta marittima, attraverso l’esposizione di prodotti tipici di qualità. L’obiettivo è quello di accelerare lo sviluppo di nuove forme di commercio con l'estero, sostenendo il progresso creativo di commercio transfrontaliero, e-commerce, logistica di spedizione. 

Negli ultimi anni il Guangdong è stato protagonista di una rapida crescita economica, soprattutto in virtù delle riforme avviate a partire dal 1978 e della crescita della ormai nota Shenzen, definita la Cupertino cinese con una produzione pari al 30% del PIL nazionale.

L’interscambio tra Italia e Cina, secondo i dati Eurostat, è stato nel 2015 pari a 38,6 miliardi di euro, in crescita dell'8,47% rispetto al 2014, con un aumento delle nostre importazioni di circa il 12,3% (28,15 mld di euro). Le imprese italiane stabilitesi in Cina, attraverso le varie modalità di presenza sono circa 2.000, alle quali sono complessivamente riconducibili oltre 60.000 posti di lavoro e un fatturato di circa EUR 5 mld.

1189 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria