Mercoledì, 23 settembre 2020 - ore 17.47

Il programma dell'edizione 2020 del Porte Aperte Festival a Cremona | Gazzaniga Daniele |

Il programma completo e scaricabile degli eventi e le indicazioni per parteciparvi

| Scritto da Redazione
Il programma dell'edizione 2020 del Porte Aperte Festival a Cremona | Gazzaniga Daniele | Il programma dell'edizione 2020 del Porte Aperte Festival a Cremona | Gazzaniga Daniele | Il programma dell'edizione 2020 del Porte Aperte Festival a Cremona | Gazzaniga Daniele | Il programma dell'edizione 2020 del Porte Aperte Festival a Cremona | Gazzaniga Daniele |

Venerdì 21 agosto alle ore 10.00 presso il Cortile del Museo Civico Via Ugolani Dati 4, prenderà ufficialmente il via la 5a edizione del Porte Aperte Festival 

Per i tre giorni della rassegna si susseguiranno eventi dalle 10.00 sino alle 12.00, per poi riprendere alle 17.00 fino all’ultimo spettacolo serale che avrà inizio alle 22.45 a Porte Mosa.

Sarà una edizione che, pur cercando di mantenere un livello qualitativo molto altro, vedrà sensibilmente ridimensionati il numero degli eventi e del numero degli accessi consentiti. A tal proposito consigliamo di leggere attentamente le regole e le modalità di partecipazione, cercando di prenotare  in anticipo, per evitare inutili code di attesa o nel peggiore dei casi non trovare disponibilità di posti.

Nell'articolo troverete le informazioni e contatti utili, oltrechè il programma completo in formato PDF che si può reperire anche sul sito del Porte Aperte Festival  

 

"È un’edizione sofferta e molto speciale, quella del Porte Aperte Festival 2020. Scaturisce da mesi di tormentate riflessioni, discussioni tra noi, paure, desideri, preoccupazioni, dolori, entusiasmo e tanto, tanto, altro. Abbiamo ragionato a lungo prima di decidere definitivamente di lanciarci, anche in quest’anno così particolare, nell’avventura straordinaria della quinta edizione del PAF.

Non volevamo mancare di rispetto a chi ha sofferto e pianto. Non volevamo sottovalutare il pericolo. Non volevamo essere fraintesi. Alla fine però hanno prevalso l’ottimismo, la bellezza e il desiderio di trasmettere un segnale di rinascita a questa città, così duramente colpita nei mesi scorsi dal virus.

Hanno prevalso il senso stesso di questa manifestazione e le motivazioni che l’hanno fatta nascere cinque anni fa e crescere nel tempo: sostenere ed alimentare una comunità, promuovere l’accoglienza, l’incontro e la conoscenza. Perché anche a questo servono cultura ed arte.

A rinsaldare relazioni, scoprire identità comuni, avvicinare mondi apparentemente lontani, abbattere muri costruiti su pregiudizi e stereotipi, trasformare diffidenze in abbracci.

E così anche quest’anno apriamo le nostre porte ai linguaggi espressivi e alle tante storie che, attraverso di essi, gli autori che invitiamo ci raccontano.

Lo facciamo avendo adottato tutti i protocolli anti-contagio ed individuato le soluzioni logistiche di maggior tutela per lavoratori, volontari, artisti e pubblico. Lo facciamo limitando per necessità il numero dei partecipanti agli appuntamenti. Lo facciamo in una versione ridotta e adattata nella quantità e nella localizzazione degli incontri, ma non nella loro qualità e nelle opportunità di approfondimento che sapranno offrire. Perché il PAF continuerà sempre a proporre incontri con autrici e autori di grande spessore e unicità. Lo facciamo per provare a dire che si può, con prudenza, ricominciare a nutrirci di relazioni. Per dare il nostro contributo ai lavoratori dello spettacolo e del commercio locale. Per credere che il futuro possa essere meno nero del passato. Lo facciamo, con la medesima passione e gratuità di sempre, anche per ringraziare tutti i nostri splendidi volontari, gli sponsor che hanno creduto anche quest’anno nel Festival e i co-organizzatori della manifestazione, senza i quali nulla di tutto ciò potrebbe esistere.

Nella certezza che comprenderete la complessità di questo atto d’amore, vi chiediamo di starci vicini e di sostenere il PAF anche quest’anno, per superare insieme le tante difficoltà e i disagi che sicuramente porterà con sé.

Su il sipario!"

I curatori del Porte Aperte Festival.

 

Come anticipato per accedere agli eventi pomeridiani e serali del PAF sarà necessario prenotarsi per tempo,  mentre per quelli mattutini l'entrata sarà libera. Gli ingressi agli eventi saranno contingentati e controllati, per favorire le operazioni di registrazione e gestionel'organizzazione si avvarrà della collaborazione di GeIAS Smart, azienda di servizi gestionali in ambito industria 4.0, che ha fornito il gestionale di prenotazione con lunga esperienza in materia.







PRENOTAZIONI:

  1. Online attraverso il link prenotapaf.geias.it seguendo le indicazioni di registrazione sarà poi possibile prenotare per un massimo di quattro posti per ogni evento, specificando le generalità di ognuno. 
  2. Presso il Punto Ritiro e Prenotazione situato presso la Caffetteria del Museo Civico, in Via Ugolani Dati 4, aperto da giovedì 13 a giovedì 20 agosto dalle 15:00 alle 18:00
  3. il giorno stesso dell’evento presso il luogo di svolgimento indicata dal programma.







Per gli eventi a Porta Mosa, la prenotazione non dà diritto a un posto fisicamente individuato, bensì a un posto all’interno di uno dei 6 settori indicati in mappa e selezionabili dal gestionale. I posti che si trovano all’interno dei settori E e F prevedono di sedersi sull’erba dell’argine della camminata, in pendenza. È possibile portare da casa cuscini o teli.



MODALITA' DI ACCESSO AGLI EVENTI:

Per accedere agli eventi sarà necessario esibire il codice QR derivante dalla prenotazione online o il tagliandino con il codice univoco derivante dalla prenotazione in loco e indossare il braccialetto con il colore corrispondente all’evento.



RITIRO DEI BRACCIALETTI:

Dopo la prenotazione online sarà necessario ritirare i braccialetti presso il Punto Ritiro e Prenotazione o il giorno stesso dell’evento. Consigliamo fortemente di ritirare i braccialetti presso la Caffetteria del Museo, così da evitare lunghe attese.

Presso la Caffetteria del Museo sarà inoltre possibile prenotare copie dei libri autografati dagli autori, che vi verranno consegnate il giorno dell’evento, per ogni libro sarà stabilito un numero massimo di copie prenotabili con autografo.



I braccialetti potranno essere ritirati versando il contributo previsto a supporto del Festival.



Per assicurare che l’accesso agli eventi avvenga in totale sicurezza, viene richiesto il rispetto di semplici regole come il distanziamento fisico e l'utilizzo della mascherina da indossare nell'attesa dell'ingresso all'evento fino al raggiungimento del posto assegnato, solo in quel momento sarà possibile toglierla.

 

L’organizzazione del PAF si riserva di liberare e rendere di nuovo disponibili i posti che non vengono occupati entro 15 minuti dall’inizio dell’evento. In caso di ritardo si è pregati di chiamare il numero 335/7646375  In caso di impedimento, si potrà richiedere il rimborso del contributo versato solo qualora la comunicazione di rinuncia avvenga almeno 72 ore prima dell’evento prenotato.



Per info contattare la mail: paf.prenotazione@gmail.com

sito web PAF

oppure cellulare 3357646375 dal lunedi al venerdi  9.00/12.00 15.00/18.00

 

-Gazzaniga Daniele-

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

562 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria