Lunedì, 13 luglio 2020 - ore 09.55

La BCE rafforza il fondo anti-pandemia con altri 600 miliardi

Il totale del fondo è ora di 1.350 miliardi.

| Scritto da Redazione
La BCE rafforza il fondo anti-pandemia con altri 600 miliardi

La Banca Centrale Europea ha oggi fatto una mossa che ha sorpreso i mercati: il Consiglio Direttivo ha deciso di rafforzare ulteriormente la dotazione del programma di acquisto di emergenza anti-pandemia (PEPP). Verranno aggiunti altri 600 miliardi che faranno salire il totale del fono a 1.350 miliardi. Era atteso un potenziamento di 500 miliardi, invece la BCE ha optato alla fine per 600.

Il Consiglio Direttivo, nel documento conclusivo, ha spiegato la sua azione dicendo che è una risposta alla revisione al ribasso delle stime sull’inflazione attesa a causa delle conseguenze della pandemia e ha aggiunto che “faciliterà ulteriormente la politica monetaria generale, sostenendo le condizioni di finanziamento nell'economia reale, in particolare per le imprese e le famiglie”.

Nel documento si legge anche:

“Gli acquisti continueranno a essere condotti in modo flessibile nel tempo, attraverso le classi di attività e tra le giurisdizioni”

Inoltre viene spiegato che il prolungamento della durata degli acquisti netti nell’ambito del PEPP viene esteso almeno fino alla fine di giugno 2021 e in ogni caso “Il Consiglio Direttivo effettuerà acquisti netti di attivi nell'ambito del PEPP fino a quando riterrà che la fase di crisi del coronavirus sia terminata”.

I titoli del PEPP in scadenza saranno reinvestiti almeno fino alla fine del 2022 e in ogni caso la gestione del portafoglio del fondo anti-pandemia sarà condotta in modo da evitare interferenze con la politica monetaria adottata. Il Consiglio Direttivo ha anche ribadito di “essere pronto ad adeguare tutti i suoi strumenti” per far fronte a ogni eventuale nuovo scenario derivante dalla pandemia.

230 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria