Domenica, 14 aprile 2024 - ore 23.29

LA REPUBBLICA CECA GUARDA ALL’EUROPA CON UN NUOVO PRESIDENTE

| Scritto da Redazione
LA REPUBBLICA CECA GUARDA ALL’EUROPA CON UN NUOVO PRESIDENTE

Milos Zeman è il leader e fondatore del Partito dei Diritti Civili: forza politica di centrosinistra staccatasi dal Partito Social Democratico Ceco. Praga volta pagina rispetto all’avversione nei confronti dell’Unione Europea manifestata dal precedente Capo di Stato, il conservatore Vaclav Klaus.

Solitario, bevitore di birra e buon vino, con un cognome da allenatore di Serie A. Questo è l’identikit del nuovo Presidente della Repubblica Ceca, Milos Zeman, insediatosi alla guida del Paese nella giornata di giovedì, 7 Marzo.

Zeman è il primo Presidente nella storia della repubblica Ceca incaricato dal popolo con elezioni dirette, che hanno avuto luogo lo scorso Gennaio.

Il voto popolare ha permesso a Zeman di superare il Ministro degli Esteri, Karel Schwarzemberg: candidato moderato che ha saputo intercettare il consenso dei giovani e degli abitanti delle città, costringendo l’attuale Capo dello Stato al doppio turno.

Ex-Primo Ministro socialdemocratico, Zeman è fondatore, e leader, del Partito dei Diritti Civili: forza politica di centrosinistra nata da una scissione dal Partito Socialdemocratico Ceco in seguito all’appoggio prestato da alcuni colleghi di Partito dell’attuale Presidente nelle precedenti elezioni presidenziali del 2008 al candidato del Partito Democratico Civico, Vaclav Klaus.

Proprio la figura di Klaus -con cui il nuovo Presidente ceco è tuttavia in ottimi rapporti- lascia a Zeman un’eredità difficile da gestire, soprattutto in campo internazionale.

Fortemente conservatore, Klaus ha contrastato l’integrazione della Repubblica Ceca nell’Unione Europea, è stato tra i più acerrimi avversari della ratifica del Trattato di Lisbona, ed e causa della sua amicizia personale con il Presidente russo, Vladimir Putin, ha incrementato la dipendenza di Praga dalla politica energetica della Russia.

Zeman è invece un convinto europeista di centrosinistra, sostenitore dell’allargamento l’Unione Europea alla Russia, e di una politica severa nei confronti della Palestina.

Sul piano della politica interna, il nuovo Capo di Stato potrebbe avvalersi del mandato popolare per influenzare gli assetti governativi, confrontandosi con l’Esecutivo del Premier conservatore, Petr Necas, del Partito Democratico Civico.

Il Governo della Repubblica Ceca è infatti retto da una maggioranza di centro-destra composta dal Partito Democratico Civico e dal movimento di Schwarzemberg TOP09, di orientamento liberale.

La coabitazione con un Capo dello Stato di differente orientamento rende ora difficile la tenuta di un Governo che, già in passato, ha visto mancare i numeri necessari per approvare importanti riforme per il Paese.

Matteo Cazzulani

Welfare Network

lademocraziaarancione@gmail.com

www.welfarenetwork.it

1702 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

AISE NORVEGIA: NASCE L’ASSOCIAZIONE ‘ITALIANI A TRONDHEIM’ IL 3 GIUGNO LA PRESENTAZIONE

AISE NORVEGIA: NASCE L’ASSOCIAZIONE ‘ITALIANI A TRONDHEIM’ IL 3 GIUGNO LA PRESENTAZIONE

TRONDHEIM- È già presente sul web con una pagina facebook appena lanciata e si prepara a presentarsi dal vivo anche ai connazionali: parliamo dell’associazione “Italiani a Trondheim - Itat” nata – si legge sul sito web – per “perseguire le finalità di solidarietà civile, culturale e sociale volte alla promozione dell’integrazione e dell’aggregazione della comunità italiana a Trondheim e in Norvegia”.
AISE ITALIA-AUSTRIA: A TRIESTE INCONTRO FRA PARTNER TRANSFRONTALIERI

AISE ITALIA-AUSTRIA: A TRIESTE INCONTRO FRA PARTNER TRANSFRONTALIERI

Il valore aggiunto dei Gruppi Europei di Cooperazione Territoriale (Gect) nella politica di coesione post 2020 è il tema al centro dei due giorni di lavoro che coinvolgeranno istituzioni europee e partner transfrontalieri partecipanti al progetto Fit4Co Fit for Cooperation e che si svolgeranno a Trieste oggi e domani, 11 e 12 aprile, nel salone di rappresentanza del palazzo della Regione Friuli Venezia Giulia in piazza Unità d'Italia.